Nadia Toffa, giornalista de “Le Iene”, che si è spenta ieri mattina nella clinica Domus Saluti di Brescia, dove era ricoverata dai primi luglio, aveva chiesto a Padre Maurizio Patriciello, parroco del Parco Verde di Caivano di celebrare il suo funerale.

La giornalista ha combattuto per  quasi due anni, dal dicembre 2017 contro il cancro; da allora ha affrontato con coraggio e con il suo imbattibile sorriso la trafila di terapie e controlli che stravolge la vita di numerosi malati oncologici, condividendo con il pubblico la sua esperienza. Nel 2018 ha raccontato la sua storia nel libro “Fiorire d’Inverno” nel quale la giornalista racconta come la malattia, l’avere bisogno di aiuto, l’abbiano costretta “a riprendere contatto con la sua parte più tenera e indifesa, quella più umana”.

Indimenticabile, tra le tante lotte condotte dalla reporter, è stata quella che Nadia Toffa, ha condotto sulla la tragedia ambientale della “Terra dei Fuochi”, portando il problema all’attenzione nazionale. La giornalista investigativa nel corso della sua inchiesta ha visitato numerose volte le zone tormentate da questo problema. In una di queste occasioni ha conosciuto appunto Padre Patriciello, parroco del Parco Verde di Caivano e simbolo della lotta contro i danni ambientali in Campania. E sarà proprio Padre Patriciello ad officiare i funerali di Nadia: “Nadia ha voluto che fossi io a celebrare il suo funerale. Mi costa molto, ma vado a Brescia volentieri e con grande riconoscenza. Partirò nel pomeriggio di Ferragosto per trovarmi in chiesa alle 10,30 del 16. Ho il dovere di portarle tutto l’affetto e la gratitudine degli abitanti della Terra dei fuochi” ha dichiarato Padre Maurizio sui social.

La terra dei fuochi e la sofferenza che essa ha generato e continua a generare tra i suoi abitanti è alla base del legame tra il sacerdote e la giornalista. Questa lotta, che Nadia ha continuato a sostenere, anche quando la malattia indeboliva il suo corpo, ha reso più saldo l’affetto e la stima tra i due.  Basta vedere i suoi recenti post su Instagram, infatti, per capire quanto la questione della Terra dei fuochi fosse vicina al cuore della giornalista, che chiedeva, con forza, di continuare a sostenere l’opera di Padre Patriciello nella Terra dei fuochi.