La chiesa di Materdei, Sant’Agostino degli Scalzi, quella descritta nell’Oro di Napoli di Giuseppe Marotta, rischia di chiudere nuovamente.
Da parecchi anni in questo luogo e nei locali annessi, si svolgono messe giornaliere e festive, rosari mattutini, funzioni e cerimonie religiose ed è in funzione un ambulatorio sociale GRATUITO dove in alcuni giorni volenterosi medici prestano la loro assistenza ad anziani e a tutti quelli che non possono permettersi cure.
Ci sono inoltre una serie di attività per bambini ed adulti, e qui, le Associazioni del territorio organizzano le loro attività e riunioni, autofinanziandosi attraverso piccole e grandi iniziative: concerti, tour nel territorio, corsi…costruendo possibilità di lavoro, conoscenza, incontro fondamentali.
Le preoccupazioni dei cittadini di Materdei sono molte: per prima la mancanza di un parroco definitivo, nonostante la presenza dell’amato Padre Randy, che però non è mai stata confermata come definitiva nonostante le richieste dell’intera comunità e così, rischiamo la chiusura della Chiesa, che pur non essendo Parrocchia, raduna gli abitanti di Materdei e resta il cuore principale di culto del Quartiere, oltre che un pezzo del cuore dei Napoletani, avendo visto fra le altre cose qui ambientate le scene proprio del film “L’Oro di Napoli”.
Oltre al valore storico artistico, e all’investimento occorso da parte dello Stato e della Soprintendenza per il restauro post-terremoto, oggi sembra assurdo destinare alla definitiva chiusura questo sacro luogo che svolge una funzione importante per tutta la comunità di Materdei.

Un appello è stato inoltrato presso le autorità religiose e civili per impedirne la chiusura, associazioni comitati e semplici cittadini, si sono impegnati nella organizzazione di attività di sensibilizzazione, e di un  concerto gratuito il 18 settembre, con tanti artisti. Il costante impegno disinteressato di tanti cittadini, è una dimostrazione che si può farcela a conservare un imprescindibile punto di riferimento per tutti i credenti e abitanti del quartiere.