Il Covid mantiene il suo ritmo deciso in Campania, procedendo ad almeno mille contagi ogni 24 ore. Numeri che evidentemente non fungono sempre da deterrente per i comportamenti inadeguati. A Santa Maria la Carità, in provincia di Napoli, a seguito della segnalazione pervenuta da un privato cittadino, in un ristorante della zona i Carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia e del Reggimento Campania hanno multato 24 persone intente a festeggiare un 18esimo compleanno, dunque inottemperanti delle norma anti-contagio. Stesso trattamento riservato anche al proprietario, che oltre alla pena pecuniaria, si è visto sospendere l’attività per 5 giorni. Il residente che ha allertato i militari, pare abbia udito fin troppo nitidamente musica ad alto volume che proveniva dal locale.

Nemmeno 4 giorni fa, il sindaco delle cittadina, Giosuè D’Amora, mostrava preoccupazione in un post su facebook per l’escalation di contagi registrata nel proprio comune e in quelli con esso confinanti, chiedendo “di prestare la massima attenzione”. A quanto pare, Santa Maria la Carità, ha registrato ben 30 nuovi positivi solo negli ultimi 10 giorni, ai quali si aggiunge la prematura scomparsa di un 61enne – proprio a causa del virus. Prima il ricovero in nosocomio, e poi il triste esito. Ragion per cui, ribadisce il primo cittadino, “non possiamo rischiare di rivivere quelle giornate in cui gli ospedali erano al collasso ed era un’impresa trovare anche una bombola di ossigeno. Prevenire è sempre meglio che curare“.