Domenica 10 novembre musica, gastronomia e solidarietà si incontrano a Forio d’Ischia in occasione di “San Martino Festa Ammore e Vino”. A partire dalle ore 12, il centro storico ospiterà la seconda edizione dell’evento, il cui ricavato verrà devoluto interamente in beneficenza alla Caritas Diocesana di Ischia e alle Onlus Fiori di Giada e Catena Alimentare Nunzia Mattera. “San Martino Festa Ammore e Vino” è organizzato dall’Associazione Actus Tragicus con il patrocinio del Comune di Forio e della Federalberghi Ischia, con la direzione artistica di Roberto D’Agnese per OMast Eventi, che firma il primo evento sull’isola di Ischia dopo i recenti successi di Avellino Summer Fest e 43esima Sagra della Castagna di Cassano Irpino e le prossime iniziative in programma: Pane Ammore e Tarantella ad Avella e Riti di Fuoco a Lioni.

Si comincia con il pranzo a base di prodotti locali, preparato da alberghi, ristoranti e dalle associazioni che hanno sposato il progetto, insieme alla musica di Ancia Libera di Cassino, Le Zampogne di Daltrocanto con Carmine Falanga e la Scuola di Tarantella Montemaranese. “Arriviamo ad Ischia per portare la nostra energia e la nostra passione – commenta il direttore artistico Roberto D’Agnese -. Siamo convinti che questo, insieme alla professionalità, rappresenti la chiave di volta per eventi di successo di cui la Campania ha bisogno. Ci auguriamo che al più presto le istituzioni riescano a creare una reale e concreta sinergia con il territorio e con le sue esigenze, anche sul fronte degli eventi e delle iniziative, dato che i numeri sono dalla nostra e ci dimostrano che professionalità e passione possono dare vita a risultati a volte insperati”.

“Questa seconda edizione prosegue lo scopo della prima, quello di fare del bene – spiega Francesco Calise dell’associazione Actus Tragicus -. L’associazione Actus Tragicus, capitanata dal vulcanico Presidente Pasquale Di Meglio, vuole lasciare bocca aperta chi sarà presente all’evento. Oltre all’ottimo cibo, quest’anno stupiremo il pubblico con le installazioni artistiche, che renderanno il centro storico di Forio una grande galleria d’arte a cielo aperto. Ci rende orgogliosi l’aver realizzato questo con installazioni derivate da materiali di riciclo e oggetti d’epoca, ribadendo quindi anche la nostra attenzione verso l’ambiente. A questo abbiamo aggiunto la musica, puntando alle melodie popolari del Centro-Sud Italia. I miei ringraziamenti vanno a Roberto D’Agnese, al quale è bastato un messaggio per sposare il progetto in pieno e a titolo completamente gratuito. La sua presenza è sicuramente la ciliegina sulla torta di questa edizione, alla quale invitiamo tutti con l’obiettivo di #faredelbene, come recita l’hashtag della nostra manifestazione”.