E’ stato sottoscritto questa mattina nell’aula “Parrilli” del Tribunale di Salerno l’accordo per la cittadella giudiziaria. Il contratto di comodato d’uso prevede l’affidamento, da parte del Comune di Salerno affidi al Ministero della Giustizia, della gestione e relativo utilizzo delle palazzine D, E, F della nuova Cittadella Giudiziaria. I locali ospiteranno gli uffici dei servizi generali, la Corte di Appello, il tribunale di Sorveglianza e la Procura generale.
«Un momento storico – ha commentato il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca che ha partecipato alla riunione della conferenza permanente -. Completiamo un’opera strategica, una delle più importanti che abbiamo progettato negli anni Novanta. Oggi possiamo dire che abbiamo l’edificio giudiziario più moderno d’Italia, un’opera di grande bellezza architettonica. E’ un miracolo italiano».
Intanto la presidente della Corte d’Appello di Salerno, Iside Russo, ha annunciato che la scorsa settimana la conferenza permanente ha accettato la proposta d’intitolare i sei edifici della Cittadella Giudiziaria a illustri personalità su scala nazionale. «L’obiettivo – ha spiegato – è quello mettere in evidenza l’ampio respiro culturale che anima la Cittadella Giudiziaria vista non solo come complesso edilizio ma anche come simbolo di una giurisdizione moderna».