Ultimo giorno per la settima edizione di Salerno Letteratura. Il coraggio e la passione delle pittrici sarà il tema affrontato da Elisabetta Rasy (ore 18, chiesa dell’Addolorata) in occasione della presentazione del libro “Le disobbedientii. Storie di sei donne che hanno cambiato l’arte” (Mondadori). Alle 19, nella chiesa dell’Addolorata, nell’ambito del ciclo di appuntamenti Italie, toccherà a Roberto Cotroneo, che per la Nave di Teseo ha firmato “Niente di personale”. Perché è scomparso il mondo di Moravia e Calvino? Di Fellini e Sciascia? E il grande giornalismo e l’anima delle case editrici? Cotroneo prova così a raccontare la fine di un’epoca. Alle 19.30 (Atrio del Duomo), arriva Valerio Massimo Manfredi (“Sentimento italiano. Storia, arte, natura di un popolo inimitabile”, Sem). Lo scrittore che in questi anni ha saputo meglio raccontare i fasti e i tumulti del passato, con la vivacità del testimone e la sapienza dello studioso, attraverso questo nuovo libro ci ricorda che essere italiani ci consente gioie inestimabili ma al contempo ci impone una continua ridefinizione del nostro sentimento italiano. Alle 20, a salire sul palco della chiesa dell’Addolorata sarà invece Riccardo Luraschi, autore di “Il faraone” (Castelvecchi), mentre alle 20.30, in largo Barbuti ci sarà Natasha Solomons (“I Goldbaum”, Neri Pozza). Un appuntamento da non perdere è quello delle 21.30, quando ai Barbuti sarà ospite di Salerno Letteratura Xiaolong Qui (“L’ultimo respiro del drago”, Marsilio). A Shangai l’ispettore Chen è ormai leggendario e dovrà affrontare una pericolosa doppia indagine dagli esiti imprevedibili, destinata a toccare persino i vertici inarrivabili della Città Proibita. Gran finale (22.30, atrio del Duomo) con Soledad, la performance di Klemcy Salza ispirata a Cent’anni di solitudine di Gabriel Garcia Marquez, in collaborazione con la Fondazione Plart di Napoli.

IL PREMIO GATTO. La giornata di domenica si apre alle 11 a Palazzo Fruscione con il premio internazionale di poesia Alfonso Gatto 2019, promosso dalla Fondazione Gatto e dal Centro studi interdipartimentali di poesia contemporanea Alfonso Gatto. Quest’anno il riconoscimento sarà attribuito a Rafael Angel Herra, docente di filosofia, narratore, diplomatico e giornalista. Menzione speciale per l’attore e regista Angelo Orlando.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI. Alle 11.30 all’AddolorataMariafrancesca Villani presenterà “La camorra si studia in terza” (Shakubook) con Rosaria De Cicco e Patrizio Rispo. In contemporanea, al Tempio di Pomona, incontro con Luigi Affinito, traduttore del volume di Giuseppe Ripamonti “La signora di Monza e altre storie patrie” (La scuola di Pitagora). Alle 12.30 (Tempio di Pomona), Filippo La Porta presenta “Disorganici. Maestri involontari del Novecento” (Edizioni di Storia e Letteratura), una personalissima galleria di maestri involontari del secolo scorso, da Italo Calvino a Pier Paolo Pasolini. Alle 18.30 a Palazzo Fruscione arriva Cinzia Leone con il suo “Ti rubo la vita” (Mondadori).

RAGAZZI. L‘Arco catalano alle 18 ospiterà Francesco Cicale, curatore del libro “Il Re Nasone e il profumo della felicità” (Saremo Alberi). Sarà presente Vincenzo Aliberti. Conduce Daria Limatola. Alle 19.30, nello stesso spazio, Enrico Galiano presenterà “Più forte di ogni addio”(Garzanti).