Un detenuto della casa circondariale “Caputo” di Salerno è stato condotto dagli agenti della Polizia penitenziaria all’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona per una sospetta frattura. Giunto sul posto l’uomo ha aggredito i poliziotti di scorta ed è fuggito via. La Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale – Sezione Volanti, in concorso con personale della Polizia Penitenziaria della casa circondariale di Salerno – Fuorni lo ha rintracciato e arrestato poco dopo in via San Leonardo. Le accuse: evasione e resistenza a pubblico ufficiale.

Il detenuto, un pregiudicato di 27 anni, è stato condotto al presidio ospedaliero per una presunta frattura al braccio. Dopo aver aggredito gli agenti – che hanno riportato solo lievi ferite – si è dato alla fuga facendo perdere istantaneamente le proprie tracce. Il tentativo di evasione è durato tuttavia molto poco: non appena la polizia ha diramato una nota di ricerca alla Questura un’altra volante si è data all’inseguimento dell’uomo, rintracciandolo in brevissimo tempo. Come da prassi, l’Autorità Giudiziaria ha ricollocato l’uomo nella casa circondariale “Caputo”, in attesa di giudizio.