Un noto imprenditore del settore caseario, un ex collaboratore di giustizia già affiliato alla camorra e un funzionario pubblico sono finiti in manette questa mattina per i reati di corruzione e istigazione aggravata alla corruzione, detenzione e porto illegale di armi da sparo clandestine, ricettazione e turbata libertà degli incanti aggravata dal metodo mafioso.

La Guardia di Finanza e i carabinieri di Salerno, su disposizione della Direzione distrettuale antimafia, hanno eseguito oggi all’alba le tre ordinanze di custodia cautelare personale, emesse dal Gip del Tribunale di Salerno .