La solidarietà, a Sala Consilina, ha il volto di due gemelle: Giuseppina e Angela Mattiacci. Già, perchè parte proprio dalle due titolari del minimarket ”le gemelle”, l’iniziativa di solidarietà e aiuto agli indigenti del posto. Le due donne hanno pensato di aiutare chi è in difficoltà e allo stesso tempo ridurre lo spreco di cibo. Così, ogni sera all’orario di chiusura del negozio, viene lasciato un carrello como di generi alimentari: pane, frutta, pasta e altro ancora, che chiunque può prendere. Per pubblicizzare la sua idea, Giuseppina ha divulgato la sua intenzione di aiutare chi è in difficoltà, oltre al tradizionale passaparola, anche il suo profilo Facebook, dove spiega in un post, divenuto virale, la sua intenzione di aiutare i bisognosi.
«Non ho fatto nulla di eccezionale – ha spiegato la titolare del minimarket – e sinceramente non pensavo che questa mia idea potesse avere tutto questo clamore sui social. Ho semplicemente messo in atto una iniziativa di buonsenso per evitare lo spreco di cibo ed aiutare chi è in difficoltà. Ogni giorno nella mia, così come in tutte le attività commerciali che vendono generi alimentari, ci sono decine di prodotti che sono prossimi alla scadenza e che molto spesso non vengono ritirati dai fornitori e non vengono acquistati perché i clienti tendono a comprare prodotti che abbiano una scadenza abbastanza lunga. In questo caso solitamente questi generi alimentari restano negli scaffali fino alla scadenza e poi finiscono nell’immondizia. Dover buttare via del cibo mi fa stare male ed allora ho pensato di metterlo a disposizione di chi è in difficoltà economica lasciandolo la sera in un carrello sistemato davanti all’ingresso del mio negozio, dove nel più completo anonimato, visto che non ci sono nemmeno telecamere esterne, chi vuole può prendere ciò di cui ha bisogno».
Il primo carrello di spesa è comparso giovedì sera, dopo la chiusura del minimarket. Diverse persone hanno prelevato diversi generi alimentari soprattutto pane e pasta. Ma il grande cuore di Giuseppina, l’ha spinta a diffondere un appello a tutti i commercianti di Sala Consilina ed all’amministrazione comunale, invitandoli ad abbracciare la sua idea di solidarietà.