Il Museo Diocesano, Porta Capuana e San Giovanni a Carbonara, il Museo delle Torture

Un sabato alla scoperta di Napoli!

Il Museo Diocesano e il Salvator Mundi di Leonardo

SABATO 25 MARZO ORE 10,30

Curiosity Tour vi mostra ancora una volta i capolavori in prestito nei maggiori siti di cultura di Napoli. Questa volta ci concentriamo sul Salvator Mundi di Leonardoo al Museo Diocesanoo: il Cristo Benedicente, meglio noto come Salvator Mundi, dell’ex collezione del Marchese De Ganay, per la prima volta in esposizione in Italia.

A fianco a questa redazione posano altri lavori di bottega leonardesca, tra cui la misteriosa tavola col Cristo Salvatore di proprietà del
Fondo Edifici di Culto, in custodia presso il complesso di San Domenico Maggiore, per la prima volta presentata al pubblico napoletano con una proposta di attribuzione al pittore messinese Girolamo Alibrandi.

La nostra esperta guida vi accompagnerà anche alla scoperta di Donnaregina Vecchia e Nuova, un complesso conventuale che rappresenta un unicum nel panorama del centro storico napoletano dove gli edifici più
antichi sono stati trasformati dalla ridondante decorazione barocca che, dopo il Concilio di Trento, ha invaso con intarsi marmorei, pareti e pavimenti a danno delle pitture precedenti.

Appuntamento dalle 10 a Largo Donnaregina, all’ingresso del sito. Inizio ore 10,30

Porta Capuana e San Giovanni a Carbonara con sosta da Made in Cloister
SABATO 25 MARZO ORE 10,30

A gran richiesta torna la visita guidata nella zona di Porta Capuana, per ripercorrere la storia di un’area tra le più belle e meno visitate
della città. L’antica e imponente Porta Capuana, la chiesa di santa Caterina a Formiello, il Lanificio borbonico ed la chiesa di S.Giovanni a Carbonara: tutti scrigni di bellezze e di storie incredibili.

Le storie d’amore più belle e anche meno conosciute legate al passato storico della città sono tutte legate a quest’area di Napoli: gli amori di Virgilio e quello del Re Alfonso d’Aragona, di Re Ferrante e re Ladislao, nonchè della popolarissima regina Giovanna.
Storie d’amore e di cronaca nera del passato qui si fondono ad un patrimonio artistico invidiabile fatto di chiese e chiostri, antiche
fabbriche e giardini segreti, senza dimenticare il marcato carattere popolare che ha sempre contrddistinto l’area.

In un luogo dove il peso della tradizione ed il folklore sono ancora molto presenti, non poteva mancare un luogo come Made in Cloister, spazio polifunzionale nato nei restaurati ambienti del cinqueentesco
chiostro di S.Caterina a Formiello. Qui, dove tradizione e modernità convivono e si mescolano, torna a gran
richiesta l’evento “Fresco Urbano Differente”, un ciclo di appuntamenti nati per promuovere le produzioni artigianali di qualità che da anni lavorano sul territorio campano e che rappresentano un’eccellenza nel campo dell’agro alimentare.

Il chiostro cinquecentesco di Santa Caterina a Formiello, per un giorno, sarà trasformato in mercato e all’interno del Cloister Bar, sarà
possibile avere una piacevole pausa facendo un aperitivo o partecipando al brunch, assaggiando i prodotti in vendita sapientemente trasformati dalla nostra cuoca per esaltare i gusti di ogni ingrediente.

FUD è tanta biodiversità tradotta in una molteplicità di gusti e colori. Sarà possibile alla fine della visita sostare all’interno del chiostro
e degustare (pagando direttamente al Cloiste Bar) i prodotti dell’ottima cucina locale; sarà possibile anche solo sorseggiare un drink, un caffè, o passeggiare all’interno del coloratissimo mercatino di FUD.

Appuntamento dalle 10 all’esterno della Chiesa di San Giovanni a Carbonara (via Carbonara 5). La visita inizierà alle 10,30

La Napoli dell’Inquisizione e il Museo delle Torture

SABATO 25 MARZO ORE 17,30

Se vi dicessimo che a Napoli è esistito un altro rivoluzionario chiamato Tommaso Aniello????
Se vi dicessimo che non è vissuto a metà del 1600 ma ben un secolo prima e che non era detto D’Amalfi ma di Sorrento?
E se vi raccontassimo che la sua rivolta non era stata provocata da tasse e gabelle ma dalla volontà del Vicerè Don Pedro De Toledo di
voler introdurre nel 1547 nel regno di Napoli l’inquisizione spagnola?

Curiosity Tour vi invita ad una passeggiata inusuale alla scoperta dei luoghi e dei personaggi che hanno contribuito alla diffusione delle dottrine ereticali; degli ordini religiosi che fin dal Medioevo hanno difeso la chiesa cattolica dalle eresie; del coraggio del popolo
partenopeo che insorgendo contro il potere è riuscito ad evitare l’introduzione di metodi repressivi cruenti che invece imperversavano
nel resto d’Europa.

Bernardino Ochino; Juan Veldes; Giulia Gozaga; Tommaso Campanella; Giordano Bruno sono solo alcuni dei personaggi che in diverse epoche storiche hanno subito persecuzioni Dalla Santa Inquisizione.

Partendo da Piazza del Gesù il tour proseguirà per Via San Biagio dei Librai e vedrà come ultima tappa la visita al Museo delle Torture (il museo contiene una ricca collezione di pezzi rari risalenti ai secoli XV; XVI e XVII, e ricostruzioni del tardo ottocento e inizi novecento di strumenti antichi di tortura utilizzati dalla Santa Inquisizione Romana
e quella Spagnola per combattere il proliferarsi delle eresie e pratiche negromantiche).

Appuntamento alle 17.00 a Piazza del Gesù, ai piedi della Guglia. Inizio tour ore 17.30

Le informazioni complete di tutte le visite guidate le trovate sul sito

www.curiositytournapoli.it

PER TUTTE LE INIZIATIVE
Prenotazione obbligatoria solo telefonando ai seguenti numeri
3292885442 – 3711300813

E’ POSSIBILE PRENOTARE DAL LUNEDì AL SABATO DALLE 10.00 ALLE 19.00
In altre fasce orarie inviateci un sms e sarete ricontattati