Un relitto con carico di oggetti in terracotta è stato rinvenuto nelle acque al largo di Posillipo. Ieri i primi sopralluoghi sono stati effettuati dagli esperti del Centro Studi Interdisciplinari Gaiola onlus, i quali ritengono siano reperti settecenteschi. In particolare si tratterebbe di mattoni in terracotta e vasellame di varia fattura e dimensione: orcioli, brocchette, che farebbe pensare ad un unico carico di terracotte proveniente da qualche opificio della zona.

Il ritrovamento è avvenuto casualmente da alcuni pescatori che hanno contattato con i ricercatori del Centro Studi Interdisciplinari Gaiola onlus. Il gruppo subacqueo dell’AMP si è recato sul posto per effettuare i rilievi foto e video del caso sui reperti sommersi.