I carabinieri di Portici sono intervenuti per sedare un violento litigio che ha visto contrapposti da un lato padre e figlio, dall’altro un fratello e una sorella. I due nuclei familiari, vicini di casa, risiedono in due appartamenti diversi di un unico edificio al primo cortile Moretti.

La discussione tra i quattro è sorta per un posto auto: sono volate prima le parole poi le botte.

I militari hanno sedato la rissa e condotto i 4 agli arresti domiciliari in attesa di giudizio. Durante la zuffa sarebbero state utilizzate spranghe in ferro, una delle quali successivamente sequestrata.