È in pieno svolgimento la rassegna dei “Stati Generali del Mare”, fortemente voluta da Daniela Villani, Delegata al Mare del Comune di Napoli, che mira a (ri)scoprire, valorizzare ed utilizzare in forma partecipata, la Risorsa Mare nei suoi molteplici aspetti, mare che abbraccia tutta la città di Napoli, ma negato a generazioni di Napoletani per lo stato di abbandono, degrado ed inquinamento in cui versava da anni. “Napoli è il primo comune d’Italia ad aver attivato una Task Force sulla risorsa mare”, afferma la dott.ssa Villani alla presentazione del ricco calendario di eventi, che si terranno fino a tutto il mese di novembre. “Le città con il mare hanno un futuro certo” – citazione del Ministro alla Cultura e Turismo – ed “il futuro è a Napoli”, ha aggiunto la Villani, auspicando che la “Blue Economy”, che in Italia fattura oltre 22 miliardi di euro l’anno, possa rendere anche nella nostra città, attraverso strategie da mettere a sistema per lo sviluppo del turismo costiero, delle vie del mare, del bike sharing marino, dell’affidamento di tratti di spiagge ed il “miglio zero del pesce”.

Sono tantissime le iniziative per scoprire le potenzialità del nostro mare e per darne conoscenza e consapevolezza a tutti i cittadini, che hanno accolto numerosissimi e con grande favore gli eventi iniziati già dai primi giorni di ottobre: mostre, convegni, presentazione di libri, passeggiate ecologiche lungo la costa, gare acquatiche, raduni in kayak, visite guidate, corsi di vela, giri in battelli sul litorale e tante altre esperienze che rendono la manifestazione forse unica nel genere. Particolare menzione all’evento “Pesca un sorriso”, organizzata dall’Associazione Battiti di Pesca, in quanto il luogo concesso per la gara è lo storico molo San Vincenzo del Porto di Napoli, che per questa occasione, e speriamo anche in futuro con l’accordo e dialogo tra le istituzioni interessate, è stato restituito alla fruizione della cittadinanza, ma anche perché si raccoglieranno fondi a favore della Associazione OPEN (Oncologica Pediatrica e Neuroblastoma) strettamente collegata con l’Ospedale Santobono-Pausilipon di Napoli e scelta dagli Organizzatori per far si, appunto, con un piccolo gesto chiunque, non solo gli iscritti in gara, possa donare un sorriso a tanti piccoli ammalati.

“Il San Vincenzo – è stato definito da Antonio Scarfone, Presidente di Battiti di Pesca – come un contenitore custode di elementi storici, ingegneristici, militari, urbanistici, letterari, socio-culturali il cui ingresso grazie al pregevole impegno di Daniela Villani e del suo staff, inizia ad essere aperto senza forzare alcuna serratura ma semplicemente dialogando con tutte le parti coinvolte affinchè questo spazio da preservare e far fruire con rispetto civico, sia consegnato ai tanti “affamati” di numerose attività all’aria aperta, studi ed iniziative”. Alla conferenza stampa sono intervenuti i rappresentanti della Capitaneria di Porto Guardia Costiera di Napoli, della Marina Militare, dell’Autorità portuale di Napoli e di tutti gli enti, associazioni e circoli coinvolti in questo grande evento dedicato al Mare, salutati dal Sindaco di Napoli che ha definito “il mare una certezza e non più un’opportunità per Napoli”.

Per il programma completo clicca qui: Calendario_aggiornato_al_12_10_17 (4)