Il Comune di Napoli, con il sindaco Luigi de Magistris, e la Capitaneria di Porto-Guardia Costiera partenopea, guidata dal contrammiraglio Pietro Giuseppe Vella, aderiscono alla Giornata del Mare 2019 che si svolgerà giovedì 11 aprile. La ricorrenza, istituita con le recenti modifiche legislative al Codice della Nautica da Diporto, è volta a valorizzare le principali peculiarità marittime locali, sviluppando la sensibilità dei cittadini e dei giovani in particolare verso la cultura del Mare, inteso come risorsa di grande valore economico, scientifico e ricreativo.

Tante le iniziative in programma lungo il litorale di Napoli: si inizia a partire dalle 10 e fino alle ore 12.30, sulla spiaggia della Rotonda Diaz, si terranno una serie di eventi dal titolo “I 1000 per il Mare”, che avranno come testimonial d’eccezione la campionessa mondiale di apnea, Maria Felicia Carraturo. E’ stato inoltre previsto un Open Day in Capitaneria di porto, con la possibilità di visitare, previa prenotazione, la Sala Operativa, la Nave Bruno Gregoretti – CP920 e il Laboratorio Ambientale Mobile. In mattinata, si terranno conferenze e mostre sul servizio Fari della Marina Militare e sull’attività del Nucleo Sub Guardia Costiera. “Un’intera Giornata per sensibilizzare e creare una coscienza e una cultura marinara soprattutto nei giovani”, dichiara la delegata al Mare del Comune di Napoli, Daniela Villani. “C’è un’emergenza in Mare che provoca danni al suo equilibrio mettendo a rischio la sopravvivenza dell’uomo sul pianeta – aggiunge – e una delle chiavi per risolvere il problema è sensibilizzare soprattutto i giovani, nel far consumare in maniera responsabile e riciclare in maniera corretta: ecco perché è imperativo il coinvolgimento delle scuole in tale iniziativa in una città come Napoli, da sempre a tutela della Risorsa Blu, che garantisce un’economia pulita e sbocchi occupazionali”.

Secondo il capitano di corvetta Dario Gerardi, capo relazioni esterne della Direzione Marittima della Campania, “la ricorrenza della Giornata del Mare e della Cultura Marinara è l’occasione per evidenziare il ruolo che la Guardia Costiera svolge per tutelare il Mare e le attività legate agli usi civili e produttivi che si sviluppano nel contesto marittimo della regione. L’attività di informazione rivolta alle giovani generazioni di studenti, infatti, si ricollega agli obiettivi ed ai compiti della Guardia Costiera, impegnata quotidianamente nella ricerca e soccorso in Mare, nella tutela della sicurezza della navigazione, nella difesa dell’ambiente, nella tutela del patrimonio ittico e dell’habitat marino e costiero”.

A proposito dell'autore

Post correlati