Nell’anno del Giubileo della Misericordia, Napoli ricorda Giuseppe Moscati con una giornata di dibattiti nel complesso del Gesu’ Nuovo, dov’e’ situata la casa-museo del medico-santo, molto venerato non solo in Campania.
L’iniziativa, dal titolo: “Giuseppe Moscati, Testimone di misericordia”, in programma sabato 1 ottobre 2016 (a partire dalle ore 9.00), e’ organizzata dal Forum Sociosanitario Cristiano  e dall’Associazione Medici Cattolici Italiani. Presiederanno il card. Edoardo Menichelli, arcivescovo di Ancona e don Carmine Arice, direttore nazionale Ufficio della Pastorale della Salute della CEI. Coordineranno il prof. Filippo Boscia, presidente nazionale medici cattolici e il prof. Aldo Bova, presidente nazionale Forum Sociosanitario Cristiano. E’ prevista la diretta Facebook.
“Per approcciare bene lo studio della sofferenza del paziente e definire la cura piu’ idonea, il medico, oltre a una adeguata preparazione professionale, non deve mai dimenticare di aver di fronte una persona, con una  sua  struttura  fisica, psichica, intellettuale, una sua cultura, un suo carattere e una sua storia – dice il prof. Bova – . In tema di umanizzazione delle cure, noi medici e tutti gli operatori del mondo della salute e della sanita’ dobbiamo molto agli insegnamenti di Giuseppe Moscati, che sotto questo punto di vista fu un autentico precursore, curando i propri pazienti con grande preparazione, amore, grande attenzione e grande  dedizione”.
“Durante i lavori sara’ approfondita la conoscenza della figura di Moscati e si parlera’ della necessita’ dell’umanizzazione della medicina”, aggiunge il prof. Bova il quale ricorda che “tanti anni fa, all’esterno del palazzo dove aveva vissuto Moscati, in via Cisterna dell’Olio a Napoli, in segno di forte devozione, noi medici cattolici napoletani facemmo installare una lapide in sua memoria”