Musei e luoghi di cultura stanno gradualmente riaprendo. Un lento ritorno ad una normalità anche culturale ed intellettuale, caratterizzata quindi dalla possibilità di visitare quei luoghi  che custodiscono la storia del nostro Paese, e non solo. Le riaperture dei musei, parchi archeologici, archivi e biblioteche del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, seguono le disposizioni previste dal Dpcm dello scorso 17 maggio 2020,

Nella giornata dell’8 luglio, hanno riaperto tra gli altri gli Scavi di Oplontis a Torre Annunziata ed il Museo archeologico di Eboli e della media valle del Sele a Eboli (Salerno). Da giovedì 9 invece, secondo una nota del Mibact, a Napoli sono accessibili ai visitatori la Certosa ed il Museo di San Martino insieme al Museo del Palazzo della Dogana dei Grani ad Atripalda (Avellino), Orari e modalità di apertura sono verificabili sui siti internet dei singoli istituti culturali o per informazioni più complete sulla riapertura dei luoghi culturali in Campania e nel resto del paese cliccare sul sito del polo museale della regione: http://www.beniculturali.it/luoghiaperti