L’ennesima iniziativa di legalità a Scampia. Due campi, uno a Chiaiano e uno a Secondigliano, confiscati alla camorra, diventano luoghi di svago e di volontariato. Nell’ambito del progetto “E!state Liberi”, organizzato dall’associazione “Libera contro le mafie”, nasce l’idea dei campi estivi. A realizzarla sul territorio campano, l’associazione “Resistenza”, impegnata in prima linea nella lotta alla camorra.
«Gruppi di ragazzi provenienti da tutta Italia hanno scelto questi territori come meta di una vacanza alternativa. Ma non solo giovani, perché sono molte le famiglie che hanno aderito al progetto», ha dichiarato Ciro Corona, presidente di “Resistenza”.
Le attività del campo estivo vanno dal lavorare la terra a imparare a coltivare i prodotti agricoli. Dalle 16,00 alle 19,00 alcune cooperative ospitano i ragazzi per mostrare il loro lavoro. Tra le attività, anche il giro a Scampia per far vedere il nuovo voltò della città. Si conclude, il venerdì, con la gita a Napoli, per visitare alcune bellezze della città. L’obiettivo dei campi di volontariato è quello di diffondere la cultura della legalità e della giustizia; non solo divertimento e natura, ma anche impegno civico, per ricostruire una realtà sociale ed economica fondata sulla pratica della cittadinanza attiva e della solidarietà.
Assunta Lutricuso

A proposito dell'autore

Assunta Lutricuso

Post correlati