Anche i cittadini campani possono chiedere per il Reddito di emergenza. Da ieri, infatti, possono essere inoltrate all’Inps le domande, utilizzando il servizio online disponibile sul sito internet dell’Istituto. Le richieste dovranno essere presentate all’Istituto di previdenza sociale in modalità telematica entro il 30 giugno 2020, autenticandosi con Pin, Spid, Carta nazionale dei servizi e Carta di identità elettronica. Per la presentazione della domanda ci si potrà avvalere anche degli istituti di patronato.Previsto dal decreto Rilancio per supportare i nuclei familiari in difficoltà economica a causa dell’emergenza sanitaria da Covis-19, il Rem è subordinato al possesso dei requisiti di residenza, economici, patrimoniali e reddituali indicati all’articolo 82 del decreto.

 Requisiti per la richiesta del “Reddito di emergenza”

Secondo quanto disposto dal Decreto Rilancio, il “Reddito di emergenza” è riconosciuto al nucleo familiare che, al momento della domanda, possiede cumulativamente i seguenti requisiti:

a) il componente richiedente il beneficio economico deve risultare residente in Italia;

b) il reddito familiare complessivo, con riferimento al mese di aprile 2020, deve essere inferiore all’importo che viene riconosciuto come Rem e che varia in base al numero di componenti del nucleo familiare;

c) il patrimonio mobiliare familiare, con riferimento all’anno 2019, deve essere di valore inferiore a 10.000 euro, accresciuto di 5.000 euro per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo complessivo di 20.000 euro. In caso di presenta all’interno del nucleo di un soggetto in condizioni di disabilità grave o di non autosufficiente (secondo i criteri ISEE) il predetto massimale è incrementato di 5.000 euro.

d) è necessario che il valore dell’ISEE sia inferiore a 15.000 euro.