“Faccio un paragone: non togliamo l’assegno di invalidità perché ci sono falsi invalidi, piuttosto combattiamo i falsi invalidi”. Lo ha detto questa mattina Nunzia Catalfo, ministro per il Lavoro, in merito alle dichiarazioni di Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania secondo cui il reddito di cittadinanza viene percepito da “camorristi”.

La ministra ha parlato a margine dell’evento organizzato al Centro Congressi della Stazione Marittima di Napoli, dopo la firma del contratto con Anpal servizi, che ha decretato l’inizio del percorso formativo dei navigator della Campania. Oltre a Nunzia Catalfo ha preso parte all’iniziativa anche il presidente di Anpal Mimmo Parisi. La giornata proseguirà con delle sessioni formative sui compiti che attendono il navigator, le politiche attive del lavoro e il reddito di cittadinanza, l’organizzazione di Anpal Servizi, con particolare attenzione alle specificità della Regione Campania.

“Quando ci sono delle persone che approfittano di queste misure, che sono buone e giuste per i cittadini italiani – ha poi detto Nunzia Catalfoallora quelle persone si devono vergognare. A quelle persone non deve essere dato – ha concluso il Ministro – È per questo che esistono i controlli”. E proprio oggi a Caserta un uomo incensurato è stato arrestato. Il 58 enne, che percepisce 500€ al mese di sussidio, spacciava droga. Nella sua abitazione sono stati trovati 500 grammi di stupefacenti.