L’operazione scattata all’alba di oggi e che ha visto impegnati cento militari delle Fiamme Gialle tra le province di Potenza, Matera, Taranto, Caserta, Roma, Milano e Torino, ha portato ad arresti anche in Campania, precisamente nel casertano.

L’accusa, a vario titolo, è di aver commesso reati contro la pubblica amministrazione e contro il patrimonio. Undici persone, tra cui alcuni funzionari pubblici, sono state arrestate e poste ai domiciliari dalla Guardia di Finanza nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalla Procura della Repubblica di Matera. Sono in corso sequestri per un valore totale di 8,2 milioni di euro.