Si è conclusa oggi la fuga della banda che terrorizzava le filiali della Banca Popolare di Bari, situate tra le province di Napoli e Caserta. La polizia ha arrestato ed emesso un divieto di dimora nei confronti di sette persone, 6 uomini e una donna, al termine di indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord. I Componenti della banda hanno un’età compresa tra i 19 e i 26 anni e sono domiciliati in Giugliano in Campania. L’attività investigativa è scattata in seguito alla rapina messa a segno lo scorso 26 gennaio, presso una filiale dell’istituto di credito Banco Popolare di Bari ubicata in Giugliano in Campania e nel corso della quale il cassiere, minacciato con un taglierino, ha consegnato ai malviventi la somma in contanti di circa 119.000 euro.

I reati contestati ai membri della banda vanno dall’associazione a delinquere, alla rapina aggravata, lesioni personali aggravate e falso. I colpi messi a segno sono stati in tutto 6 e due i tentativi di furto ai danni delle filiali. I malviventi hanno racimolato un bottino complessivo di oltre 420mila euro. Gli investigatori hanno delineato tutti i ruoli ricoperti dai componenti la banda che entravano in azione armati di pistola, taglierini e fascette di plastica per immobilizzare i presenti.