La banda di malviventi che ha assaltato ieri sera una gioielleria all’interno del Polo della Qualità di Marcianise, si è introdotta usando un’auto come ariete per sfondare la vetrina del negozio, al cui interno c’erano dipendenti e clienti. Nel corso del raid, è stato sequestrato inoltre il guardiano della struttura, che è stato poi liberato dai banditi a colpo finito.

Un colpo in stile movie-action quello messo a segno dalla banda. Alcuni rapinatori sarebbero arrivati a bordo di un furgone e hanno sequestrato il guardiano del complesso, minacciandolo con una pistola. Gli altri banditi erano invece in auto e si sono lanciati verso la vetrina della gioielleria, mandandola in frantumi; sono quindi scesi con il volto coperto e le spranghe nelle mani, brandendole contro clienti e addetti, e hanno razziato soldi e gioielli. Durante la fuga, hanno liberato il guardiano.

Gli agenti della Squadra Mobile hanno acquisito le immagini di videosorveglianza della gioielleria e del complesso, per risalire agli autori del raid armato. Dalle prime indagini sembrerebbe che i banditi, presumibilmente italiani, erano quattro o cinque.