I ragazzi delle bande di Canta, suona e cammina sfileranno lunedì allo Stadio San Paolo prima della sfida Napoli / Sassuolo

 Un’esperienza che si ripete dopo un anno, occasione di promozione dello sport e della musica, con testimonial i 300 ragazzi del progetto di formazione che ha letteralmente conquistato il Cardinale Crescenzio Sepe.

Grazie a questo progetto circa 300 giovani dei territori di Scampia, Capodimonte, Afragola, Barra, Torre del Greco, Porta Capuana e Pallonetto di Santa Lucia/Quartieri Spagnoli hanno imparato a suonare uno strumento musicale e, attraverso il percorso didattico, sono entrati in contatto con nuove realtà.  Per il nuovo anno è in programma il coinvolgimento anche della città Salerno con la formazione di una nuova banda.

Le sette bande, caratterizzate da divise che compongono i colori dell’arcobaleno, sfileranno lunedì 28 novembre allo stadio San Paolo in occasione della partita Napoli – Sassuolo portando con sé lo striscione del progetto.  Con loro il Cardinale Crescenzio Sepe, Padre Adolfo Russo della Fondazione Fare Chiesa e Città e per la Scabec il direttore generale Francesca Maciocia e il consigliere d’amministrazione Nicola Oddati

Promosso dalla Regione Campania e dalla Curia Arcivescovile di Napoli, a cura di Scabec e della Fondazione Fare Chiesa e Citta, “Canta Suona e Cammina” mette al centro la musica utilizzandola come strumento di crescita sociale e di promozione culturale con la collaborazione di circa 40 operatori tra educatori e maestri, e dei parroci delle chiese afferenti il progetto.

Il piano formativo dedicato ai ragazzi fa parte del più ampio progetto dal titolo “Musica nei luoghi sacri” che prevede concerti e visite guidate nelle chiese monumentali della Campania.

I ragazzi di Canta, Suona e Cammina al San Paolo in campo prima della partita  Napoli – Sassuolo

lunedì 28 novembre