Stufo delle continue minacce e pressioni a cui era sottoposto, il titolare di una pizzeria del quartiere Vasto-Arenaccia, ha denunciato e fatto arrestare due pregiudicati, Francesco Laezza e Salvatore Sacco, entrambi contigui al clan Contini. E’ finito così l’incubo per il ristoratore, costretto a pagare il pizzo. Laezza e Sacco sono stati arrestati dagli agenti della squadra mobile di Napoli.

Dallo scorso giugno, il pizzaiolo era stato preso di mira dai due, che pretendevano il pagamento di una somma di denaro in occasione delle festività di Pasqua, Natale e Ferragosto. In un’occasione, i malviventi hanno anche tentato di danneggiare la porta di ingresso. Episodio che ha permesso agli agenti di identificare e arrestare i due pregiudicati attraverso le immagini delle telecamere della zona. Quando le estorsioni sono iniziate, la pizzeria era già in fase di chiusura, in quanto il titolare aveva deciso di trasferirsi altrove. Ciò comunque non gli ha impedito di denunciare quanto stava accadendo alla polizia.