NAPOLI – “Il 2014 è stato l’ennesimo anno di crisi. Abbiamo individuato quattro proposte sulle quali si può intervenire da subito e che riteniamo prioritarie per permettere il rilancio: un fondo straordinario per garantire l’accesso al credito alle pmi, un grande programma di riqualificazione dei centri urbani e del loro tessuto imprenditoriale, la riduzione dei tributi locali grazie alla lotta all’evasione e un piano straordinario per la lotta alla contraffazione e all’abusivismo”. Lo ha detto Pietro Russo, presidente di Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Napoli, nel corso del forum “Le proposte della Confcommercio Napoli per superare la crisi economica del terziario”.
“Si tratta di proposte concrete – spiega Russo – realizzabili in tempi rapidi: in particolare i programmi per l’accesso al credito e la riqualificazione delle aree urbane, da realizzare tramite i Fondi europei, possono diventare un modello virtuoso di spesa dei Fondi stessi. Gli altri due punti invece rappresentano questioni di primissima importanza per l’equilibrio economico delle pmi”.
“Lo sviluppo non deve essere un sogno ma deve diventare una realtà”, ha evidenziato l’assessore ai Giovani del Comune di Napoli Alessandra Clemente. “Il Comune è al lavoro sulla possibilità di finanziare concretamente, con 20mila euro a fondo perduto, le attività economiche imprenditoriali che partono dai ragazzi della città”.
Nel corso del forum è intervenuta per una testimonianza Lucia Poli De Falco, titolare di Speedy Pizza di Casalnuovo, la pizzeria di Eddy De Falco, il commerciante che si è tolto la vita lo scorso febbraio dopo aver ricevuto una multa di duemila euro. “Sono orgogliosa di aver riaperto le saracinesche di un’attività che mio marito ha portato avanti per 22 anni. Ringrazio Confcommercio Napoli per l’attenzione che ha rivolto alla mia famiglia  – ha spiegato – ho ricevuto concreta solidarietà dai cittadini e dalle associazioni, ma devo constatare con amarezza che lo Stato sta facendo morire i piccoli commercianti. Ai giovani dico di non bisogna arrendersi”.
Alla manifestazione sono intervenuti  Luciano Cimmino, numero uno di Pianoforte Holding (Yamamay-Carpisa); Daniele Preto, direttore marketing Sisa Italia; Francesco Milano, Acetificio Andrea Milano dal 1989, che hanno illustrato le loro “ricette” per superare la crisi.
Ufficio Comunicazione Confcommercio imprese per l’Italia Napoli