QUANDO UN VERBALE DI CONTRAVVENZIONE E’ NULLO a cura dell’Avv. Stefania Caruso

Il verbale di contravvenzione per violazione al Codice della Strada deve essere notificato al proprietario del veicolo entro termini ben precisi, pena la decadenza dell’obbligo di pagare la multa: la norma di riferimento è l’articolo 201 del Codice della Strada che stabilisce in 90 giorni dall’accertamento della violazione il termine finale entro cui il verbale deve essere notificato.
Occorre, quindi, comprendere che cosa si intende per ‘accertamento della violazione’ e per ‘notifica al proprietario’, cioè individuare il termine iniziale ed il termine finale della regolare notifica.
Secondo la sentenza 198/1996 della Corte Costituzionale il termine iniziale è il giorno in cui la violazione è commessa che viene indicato come data dell’infrazione nei pubblici registri automobilistici.
Il termine finale, invece, è quello in cui l’organo che ha accertato la violazione consegna il verbale all’ufficiale giudiziario o alle Poste per la notifica al trasgressore; in questo senso si è pronunciata la Corte Costituzionale con sentenza n. 447/2002. Pertanto, è valido il verbale di contravvenzione, consegnato alle poste per l’inoltro entro novanta giorni dalla violazione, anche se pervenuto al trasgressore oltre i novanta giorni. Tuttavia, questa disposizione va coordinata con un’altra sentenza (225/1994) con cui la Corte Costituzionale stabilì che il termine allora vigente di 150 giorni fosse un termine già eccessivo per l’effettiva consegna del verbale al trasgressore.
Se, quindi, un verbale di contravvenzione viene notificato al trasgressore oltre i novanta giorni l’obbligo di pagare la multa si estingue ed anche gli altri obblighi conseguenti alla violazione decadono come ad esempio l’obbligo di indicare, a pena di sanzione, i dati del conducente del veicolo.
Pertanto, allorché pervenga un verbale di multa occorre verificare come prima cosa che siano stati rispettati il termine iniziale ed il termine finale di notifica.
L’Avvocato Avv. Stefania esercita la sua attività in Napoli, è specializzata in Diritto Condominiale, Diritto di Famiglia, Tributario e Recupero Crediti. Per contatti e problematiche potete scrivere a stefania.caruso2@libero.it.