Si allunga la lista dei furbetti del reddito di cittadinanza. L’ultimo caso riguarda un uomo che percepiva il sussidio e poi sbarcava il lunario smerciando. E’ successo a Caserta, dove un uomo di 58 anni è finito in manette. All’interno della sua abitazione i militari della guardia di finanza hanno scoperto e sequestrato 500 grammi. Incensurato, l’uomo residente in provincia di Caserta, percepiva 500 euro al mese con il sussidio del reddito di cittadinanza.

L’indagine è scattata alcuni giorni fa, quando l’uomo è stato fermato per un controllo mentre si trovava a bordo di un veicolo che in passato, secondo gli investigatori, sarebbe stato utilizzato da spacciatori di droga. Il 58 enne aveva in tasca 400 euro in banconote di piccolo taglio, dettaglio che ha insospettito i militari.

Nel corso di una successiva perquisizione in casa dell’uomo, è stata trovata della droga già suddivisa e materiale per il confezionamento. Il 58 enne si trova ora ai domiciliari in attesa del giudizio con il rito direttissimo con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti al fine di spaccio. La Guardia di Finanza ha inoltrato la segnalazione all’Inps per la decadenza dal beneficio del reddito.