Inaugurate le prime due tappe del progetto ‘Nafricapoli, presso l’Istituto Superiore Artemisia Gentileschi in via Nuova Agnano 30 a Napoli e presso il Parco Corto Maltese in via Hugo Pratt, Napoli.

Curate rispettivamente da Davide Sarchioni e Simona Gamberini fanno parte di un ampio progetto patrocinato dal Comune di Napoli e dall’Università di Salerno con cui l’artista Nicholas Tolosa intende realizzare diverse opere sul territorio comunale di Napoli.

‘Kito’ e ‘Rashid’ sono i nomi propri di persona di origine africana che danno il titolo ai due grandi dipinti inediti appositamente realizzati da Nicholas Tolosa nell’ambito del secondo step del suo nuovo progetto iNafricapolii.

Il giovane e talentuoso artista utilizza le immagini potentemente evocative della sua pittura per veicolare un messaggio di fratellanza e di accoglienza che accomuna due popoli e due culture apparentemente diversi e distanti: gli abitanti di Napoli e i nativi dell’Africa che risiedono nella città partenopea, storicamente legata a vicende di integrazione sociale e di convivenza multietnica.

Attraverso l’immagine della maschera e i suoi significati Tolosa è riuscito a rappresentare quel senso di integrazione e di unione individuando in essa un punto di congiunzione che sancisce un profondo legame storico-culturale tra la tradizione napoletana e quella africana, tra la maschera teatrale di Pulcinella e quelle rituali dei popoli dell’Africa.