Da un’idea del sito miti3000, nasce un progetto unico per il museo napoletano, che sarà seguito anche da Napoliflash24 per i suoi lettori

Grazie al sito web Miti3000 e al nuovo decreto legge del 31 maggio 2014 che ha liberalizzato lo scatto fotografico nei musei italiani, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MANN), uno dei più importanti al mondo, è il primo museo italiano le cui opere esposte sono visibili anche sul web: non soltanto alcune delle opere principali, ma proprio tutti i reperti esposti, a partire dal celebre Ercole Farnese fino al capitello privo di didascalia visibile nel cortile del museo.

Il “Progetto MANN”, partito da oltre due anni, è stato ideato dalla redazione del sito Miti3000 e ha come scopo la divulgazione e conoscenza di ogni singolo reperto del più famoso museo napoletano. Attraverso scatti fotografici e riprese video è possibile visualizzare tutta la Collezione Farnese, le opere in esposizione nel Gabinetto Segreto e nella Sezione Mosaici, parte della Collezione Egizia, della Villa dei Papiri, e le altre opere esposte nel secondo livello del museo.

Il progetto si articola in diverse sezioni: la prima parte descrive una breve storia del museo, da quando fu progettato lo storico palazzo che lo ospita alla descrizione dei reperti esposti su ogni piano e la loro storia mitologica, il tutto arricchito da collegamenti ipertestuali esplicativi.

Continuando a “scorrere le pagine” è possibile scoprire quando e perché Ferdinando IV di Borbone trasferì il celebre “Ercole Farnese”, simbolo del MANN a Napoli; cosa si celi dietro una cavità nascosta recentemente scoperta nel “Toro Farnese”, oppure, ammirando il famoso mosaico che raffigura Alessandro Magno e Dario III di Persia, scoprirete da quanti milioni di tasselli piccolissimi esso è composto e quali sono i fantastici miti legati al grande condottiero macedone.

Napoliflash24, in collaborazione con la redazione di Miti3000, racconterà il “Progetto MANN” in ogni sua parte e vi terrà aggiornati sull’evoluzione costante dell’iniziativa, di cui è possibile trovare anche un collegamento sulla pagina Facebook denominata miti3000.it (dove è possibile visualizzare interi album fotografici dei capolavori esposti al museo), nonché una playlist di video pubblicata sul Canale Youtube. Questo colossale lavoro di trasformazione in pagine web degli innumerevoli tesori del MANN, che possono finalmente essere fruibili a tutti gratuitamente sulle pagine di miti3000, annovera il Museo Archeologico Nazionale di Napoli tra i pochi al mondo ad avere un servizio culturale di tali proporzioni.

 

Giorgio Manusakis