Scelta un’iniziativa della Campania fra le oltre 300 arrivate da tutta Italia Cultura, innovazione sociale, collaborazione, sostenibilità:
questi gli ingredienti per rigenerare gli spazi vuoti delle nostre città C’è anche un progetto della Campania fra i sei selezionati della quinta edizione del bando culturability.
“ConMe – Convento Meridiano” di Cerreto Sannita, in provincia di Benevento, è stato scelto fra le 341 proposte candidate da tutta Italia alla call promossa da Fondazione Unipolis per sostenere progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerano e riattivano spazi abbandonati o sottoutilizzati.
ConME intende trasformare l’ex convento delle Clarisse in un centro culturale ibrido e inclusivo, grazie al supporto e alla collaborazione di un’ampia rete di partner locali e nazionali. Produzione artistica e formazione si combinano con servizi di welfare, una ludoteca, un coworking dove mettere in connessione il ceramista tradizionale, l’artigiano digitale e il giovane maker e, in futuro, un ostello. I giardini saranno trasformati in orti sociali con l’obiettivo di recuperare colture autoctone, creando occasione di occupazione per persone e famiglie fragili.
Di seguito gli altri cinque progetti scelti assieme a ConMe: Da Grande sarò un teatro! di San Vito dei Normanni (BR), Fare Scuola di Modena, Imbarchino di Torino, Landworks Plus di Sassari, Spazio Franco di Palermo. Raccontano la storia dei tanti luoghi dimenticati d’Italia che possono riprendere vita a partire dalla cultura e dalla creatività, dall’impegno e dalla passione di tanti giovani. Ciascuno di questi riceverà 50 mila euro e la possibilità di prendere parte al percorso di accompagnamento e mentoring
previsto dal bando.
La selezione è stata fatta da una Commissione di Valutazione fra i 15 finalisti che, avendo superato la prima fase di selezione del bando nel mese di maggio, erano poi stati ammessi a un primo percorso di formazione, organizzato da Unipolis in collaborazione con Avanzi/Make a Cube³ e Fondazione Fitzcarraldo. Un lavoro difficile quello della Commissione, considerato il numero, la qualità e la visione dei partecipanti.
Il budget complessivo del bando è pari a 450 mila euro tra contributi economici per lo sviluppo delle iniziative, percorso di accompagnamento per l’empowerment dei team e rimborsi spese per partecipare alla formazione. Ai 400 mila euro stanziati da Unipolis, si aggiunge un contributo della Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del Ministero dei beni e delle attività culturali, che ha consentito di selezionare un sesto progetto tra i finalisti. In particolare, il riconoscimento del Ministero è stato attribuito al progetto “Fare Scuola”.
Già negli scorsi anni, culturability ha riscontrato ottimi risultati di partecipazione, in termini di aderenti e di qualità delle proposte, come dimostrato dai successi delle realtà sostenute che continuano i loro percorsi di sviluppo. Complessivamente, per le cinque edizioni Fondazione Unipolis ha investito oltre un milione e 800 mila euro e 3.112 sono stati i progetti partecipanti.