Tre fabbriche clandestine di sigarette sono state scoperte e sequestrate dalla Guardia di Finanza ha sequestrato in provincia di Napoli. Complessivamente sono state sequestrate 12 tonnellate di tabacco trinciato e 4 tonnellate di ‘bionde’ contraffatte. I responsabili della produzione, 8 soggetti di nazionalità moldava, sorpresi all’interno dell’opificio, sono stati tratti in arresto in flagranza di reato.

I tre siti per la produzione di sigarette erano tutti nell’area nolana. Nel comune di Comiziano, in un capannone industriale in disuso da molti anni, durante la notte in particolare era in funzione una ‘fabbrica’ con macchinari tipici della produzione di sigarette che, partendo dal tabacco trinciato, realizzavano l’assemblaggio, il confezionamento del pacchetto e l’imballaggio finale in casse da 50 stecche. Bloccati otto moldavi al lavoro nella ‘fabbrica’. Altri due siti produttivi sono stati poi scoperti a Somma Vesuviana ed a Saviano, sempre nel Napoletano. La capacità produttiva dell’intera filiera è stata stimata in almeno 3,5 tonnellate di sigarette al giorno. Sequestrati complessivamente 39 macchinari e merce illegale del valore di circa 12 milioni di euro.