Al Cinema Plaza prima assoluta del cortometraggio L’amore oltre il tempo

Ideato da Cecilia Kwok e Emanuele Pellecchia, che ne firma anche la regia è un cortometraggio che rende omaggio al cinema muto in bianco e nero. È una storia d’amore, un sentimento forte ed universale. È stata una scelta coraggiosa quella del “silent movie”, perché ha usato un mezzo di comunicazione proprio di una forma d’arte che appartiene al passato, e sottintende la volontà di premiare quella comunicazione genuina, autentica e all’antica; fatta di sguardi e di contatti umani, ed emotivamente profonda ed intensa.

Come nel cinema muto, anche qui l’espressività è il mezzo comunicativo principale, è dirompente nei protagonisti, che hanno il merito di essere riusciti a donare alla breve trama, quel pizzico di leggerezza e ilarità, e allo stesso tempo di tenerezza e romanticismo.

Sebbene si tratti di un prodotto cinematografico, ha insito un elemento tipico del teatro: le situazioni di vita quotidiana. La teatralità che viene fuori dall’interazione, dalla gestualità e dalla mimica dei personaggi.

Nel cast Luca Lombardi, che dice di essersi ispirato a Mister Bean per la caratterizzazione del suo personaggio, e che veste i panni del protagonista maschile; Denise Capuano, nel ruolo della protagonista femminile; Enzo Perrotta, Francesco, Saverio Tisi, Gianluca Testaverde, Elena Erardi, Nicola Mondino e Vincenzo Merolla, attore formatosi artisticamente attraverso lo studio delle opere di Raffaele Viviani, tra gli altri.

Prodotto dalla PHOENIX FILM PRODUCTION il corto girerà nel circuito dei Festival nazionali e internazionali.
Le scene sono state girate a pochi metri dalla sede della storica Lombardo film, che mosse i primi passi proprio a Napoli.

Che a questo esperimento ne seguano altri, sulla scia dei grandi maestri di quest’arte” – ha dichiarato il critico cinematografico Alberto Castellano, alla presentazione e proiezione del cortometraggio.