C’è un luogo, nel cuore di Napoli, che rappresenta perfettamente il tema scelto per la VI edizione di “Ricomincio dai Libri”.

È spazi di FoQuS – Fondazione Quartieri Spagnoli, presieduta da Rachele Furfaro. La fondazione FoQuS è una comunità produttiva, creativa, di cura e formazione della persona e ospiterà l’edizione 2019 di Ricomincio dai Libri che si terrà dal 4 al 6 ottobre.

Il tema,  #Prendiamocicura lo raccontiamo attraverso le parole del direttore artistico, lo scrittore Lorenzo Marone: “Ricomincio dai libri vuole fare, grazie all’amore per i libri e la cultura, alla voglia di stare insieme e condividere. “Prendiamoci cura” è il tema della nostra fiera, dovrebbe essere invece il motto di una società diversa, di un nuovo modo di pensare, di vivere il quotidiano. Mai come in questo momento storico e politico che viviamo la parola “cura” assume un valore universale che ognuno di noi, nel suo piccolo, deve esportare. Cura per questo nostro pianeta sempre più sfruttato , cura per l’altro, per l’estraneo, il bisognoso, l’ultimo, cura per se stessi, per uno sviluppo sempre più forte dell’individuo, cura per le Istituzioni (sbeffeggiate a volte dai nostri stessi politici) e per il senso dello Stato, per la cultura, per le scienze e la conoscenza”.

Ed è proprio dalla voglia di “Prendersi Cura” e di “Ricominciare” di una città in pieno fermento culturale, e grazie al patrocinio del Comune di Napoli, alla presidente di Ricomincio dai Libri Deborah Divertito, al direttore Lorenzo Marone e a tutte le associazioni  coinvolte nel progetto,  che RdL riesce a colmare un vuoto lasciato dal dopo Galassia Gutenberg.

Un vuoto culturale ma anche sociale che da’ esempio di rinascita a iniziare dai luoghi, mettendo al centro una zona, quella dei quartieri spagnoli che ha saputo trasformarsi da luogo di marginalità sociale a luogo di iniziative culturali.

La manifestazione nacque nel 2014 a San Giorgio a Cremano grazie al lavoro di tre associazioni: La Bottega delle parole, Librincircolo e Arenadiana. Dopo le prime tre edizioni il desiderio di trasferire a Napoli la fiera fu realizzato. Nel 2017 approdò infatti all’Ospedale della Pace, un luogo importante ma troppo poco conosciuto del centro storico di Napoli. La scelta del MANN, l’anno dopo, segnò la conquista di essere la prima fiera di libri ospitata da un museo partenopeo e realizzò un grandissimo successo di pubblico.

Dopo il successo al MANN, il festival letterario passò anche per Sorrento e ora il 4/5/6 Ottobre conquisterà i Quartieri Spagnoli.

È stato svelato il 25 Settembre il ricchissimo parterre di ospiti della sesta edizione di Ricomincio dai Libri:

Walter Veltroni, Vauro Senesi, Geronimo Stilton, Ernesto Galli della Loggia, Sergio Costa, Giulio Cavalli, Fabio Geda, Federico Pace, Maurizio De Giovanni, Nello Trocchia, Antonella Cilento, Luca Trapanese, Matteo Cerri, Ilaria Gaspari, Cristina Cattaneo, Marco Rizzo, Viola Ardone, Francesca Gorzanelli.

Ad arricchire il programma, oltre alla presentazione di libri pubblicati dai singoli editori, le molteplici attività realizzate dalle associazioni, cuore pulsante della fiera.

Laboratori di scrittura creativa, come quello della Lineascritta con Antonella Cilento che sarà presente in fiera, o laboratori di fumetto junior della Scuola Italiana di Comix, o, ancora, incontri di lettura a voce alta con bambini da 0 a 6 anni.

La manifestazione omaggerà il grande Luciano de Crescenzo, scomparso recentemente, nominando le sale degli incontri come i condomini di Così parlò Bellavista e attraverso un incontro a cura dello scrittore umoristico Pino Imperatore il sabato alle 20. Infine, saranno visitabili durante tutti e tre i giorni due mostre fotografiche: una di Francesca Gorzanelli sul disastro di Chernobyl e un’altra intitolata “Words” dell’artista Luisa Menazzi Moretti.

Un programma ricco di occasioni da non perdere, che ha creato un’interazione  fra cultura e ambiente dando la possibilità di interscambi a tutto tondo agli ospiti della fiera. Un programma da consultare minuziosamente per non perdere l’occasione di  “Prendersi cura di se”.

Lucia Montanaro