Un anticipo di finale di Eurocup davvero bollente, tiratissima, ricca di polemiche, tecnicamente parlando non sublime. Posillipo e Yamamay Acquachiara si affrontano nel turno infrasettimanale di campionato e la squadra di De Crescenzo riesce a strappare una sofferta vittoria che permette loro di mantenere la terza posizione in classifica; i rossoverdi  invece restano sempre in scia di Savona con i liguri sconfitti da Recco a domicilio. Una gara che vede partire a razzo i posillipini che chiudono il primo tempo con un doppio vantaggio che fan ben sperare. L’Acquachiara pero’ torna in vasca con un piglio diverso, un piglio da grande che consente di recuperare lo svantaggio prima e trovare il sorpasso poi. A questo punto i ragazzi di De Crescenzo, complice qualche decisione arbitrale discutibile e fortemente contestata, prendono il largo raggiungendo il massimo vantaggio(+3). Bravo il Posillipo a non arrendersi, a crederci ancora e trovare un parziale che consente ai padroni di casa di rifarsi sotto fino al -1; ultimi secondi infuocati, rossoverdi che recuperano il possesso e si fiondano per il disperato pareggio ma al momento del tentativo vincente una improbabile chiamata arbitrale condanna il Posillipo e fa esplodere di gioia l’armata Acquachiara. Non c’è che dire si prospetta una finale di Eurocup da consegnare alla storia, intanto il risultato consegna al campionato il rispetto delle gerarchie.anche se il Posillipo, c’è da dire, probabilmente non meritava tale sorte. Per la cronaca, il tabellino finale segna Posillipo – Yamamay 7-8(3-1;0-0;2-5;2-2).