Attraversare il fiume Volturno è diventato un’impresa da quando i ponti che ne collegano le sponde hanno subito drastiche modifiche delle modalità di attraversamento: uno è stato completamente chiuso, due sono a carreggiata ridotta. I conducenti dei trattori sono, così, costretti a deviazioni di 70 chilometri per attraversarlo, stando alle stime di Coldiretti Caserta che ha rivolto un accorato appello al presidente della Provincia, Giorgio Magliocca.

Manuel Lombardi, presidente dell’associazione di categoria, e Giuseppe Miselli, direttore della stessa, chiedono la riapertura immediata dei ponti chiusi sul canale Agnena nel Comune di Cancello ed Arnone, oltre che nei comuni di Capua e Grazzanise. Questo è il commento rilasciato alle agenzie di stampa per spiegare lo stato della situazione.

Le aziende agricole sono impossibilitate ad attraversare il tratto e stanno subendo ingenti danni alle proprie attività. L’areale agricolo è sostanzialmente tagliato in due, creando grossi problemi per lo svolgimento delle attività agricole. In particolare, a breve partirà la trinciatura del mais, che avviene utilizzando mezzi pesanti, costretti a sobbarcarsi un’enorme deviazione per poter servire i campi dall’altra parte del fiume. L’areale interessato dalle interruzioni è la patria della mozzarella di bufala, con una forte presenza di allevamenti bufalini e di coltivazioni foraggere. Occorre trovare una soluzione rapida per garantire la continuità produttiva ad aziende agricole e zootecniche di eccellenza“.

A proposito dell'autore

Post correlati