POMPEI – Venerdì 22 maggio, ripartirà “TeatroLab”, rassegna musicale e teatrale estiva promossa dall’associazione PompeiLab Onlus. Giunta alla sua sesta edizione, il primo appuntamento,ore 21.30 circa, in via Astolelle, area ex depuratore, Pompei (NA), vedrà in scena tre spettacoli, di circa 25 minuti minuti ciascuno: “Una donna indifesa”, liberamente ispirato a un racconto di Anton Cechov; “Le (s)confessioni”, di Fabio Pisano, e per finire “Operazione Erode”, di Giovanni Merano. “Una donna indifesa” si inserisce come ricercato “viaggio-studio”, sulle note della Kalinka sovietica, canzone russa più famosa di tutti i tempi. Con Roberto Ingenito alla direzione, lo spettacolo è interpretato da Massimo Bonsai, Adelaide Oliano e lo stesso Ingenito. Al centro dell’analisi: l’incomunicabilità degli esseri umani, a tratti grottesca e con tinte comiche. Il secondo spettacolo,“Le (s)confessioni”, interpretato da Antimo Casertano e Ciro Giordano Zingaro, è ambientato nel confessionale di in un’anonima chiesa, in cui si rincorrono infinite verità. Il terzo spettacolo in scena è “Operazione Erode”, diretto da Giovanni Merano e interpretato da Fabio Balsamo, Francesco Saverio Esposito e Carlo Liccardo. Idee futuristiche e fantascientifiche si fondono irconducendo il tutto alla banalità del male. Racconta di tre uomini venuti dal futuro, con lo scopo di ammazzare Hitler quando è neonato, per cambiare il corso della storia.

Prossimi appuntamenti: Sabato 30 maggio, con “Ci vediamo da Bice” di Camilla Scala, 13 giugno con “Alle nozze, ai balli, ai canti! Villanelle, moresche e canzonette napolitane”, nato dall’idea del Laboratorio Turchini, in collaborazione con PompeiLab, regia di Enrico Vicinanza; 11 luglio, “Pinocchio per caso”, di Viviana Miele e il 18 luglio, “Affari illegali di famiglia”, di Emanuela Giordano.

A proposito dell'autore

Post correlati