Tra il sabato santo e la domenica pasquale il Comando di Polizia Locale di Napoli ha impiegato una media di circa 300 unità al giorno per verificare il rispetto delle norme di sicurezza anticontagio. Le zone maggiormente controllate sono state, tra le altre, il lungomare Caracciolo, il Castel dell’Ovo, il pontile di Bagnoli, via Toledo, piazza Garibaldi e le aree limitrofe: dei 550 esercizi commerciali sottoposti a controllo solo 3 di essi sono stati verbalizzati per il mancato rispetto delle norme di contenimento e dei 2500 cittadini fermati (di cui 1400 su veicoli) solo 20 persone non avevano un’adeguata motivazione per spostarsi.

i controlli sono proseguiti sul territorio cittadino anche durante la giornata di oggi: si è provveduto a verbalizzare e chiudere un forno aperto abusivamente nell’area orientale della città ed un’edicola sorpresa ad esercitare in corso S. Giovanni, in contrasto con le restrizioni previste.