Vincenzo Fiore, 42enne vittima del pizzo, ha contribuito a far identificare e arrestare i due estorsori che da tempo lo vessavano, ma poi ha preferito lasciare l’Italia e trasferirsi all’estero. Il pizzaiolo, preoccupato per l’incolumità della famiglia, è andato a vivere nel Regno Unito dove ha avviato una nuova attività. Stufo delle minacce di un clan malavitoso, iniziate lo scorso mese di giugno, si è rivolto alle forze dell’ordine.

Dopo il lockdown i malviventi hanno iniziato a pressare l’uomo per ottenere il pagamento del pizzo. Alla fine di agosto, il commerciante, titolare del locale ‘ ‘o Curniciello’, si è rivolto alle forze dell’ordine le quali, grazie anche alle immagini del sistema di videoprotezione del negozio, hanno identificato e fermato due persone.

Alcuni giorni fa Vincenzo Fiore ha fatto riferimento a quanto successo con un post su Facebook. “Oggi è il mio compleanno e lo voglio festeggiare da top player, perché solo uno che ha veramente le palle di osare poteva prendere una decisione del genere“. 

A proposito dell'autore

redazione

Post correlati