Napule è a voce d’ ‘e criature, che saglie chiano chianu, e tu saje ca nun si sulo“.

E quanto si spera accada questa sera alle 21.00, quando tutti i napoletani saranno chiamati a partecipare ad una selezione musicale. Già in mattinata, dai balconi di alcune abitazioni si sono levati canti in suo onore.

Napoli non dimentica. E, confinata nelle mura domestiche dei propri cittadini, è invitata ancora a ricordare Pino Daniele nel giorno del suo sessantacinquesimo compleanno, attraverso una selezione che riguarderà tre dei brani più emblematici: “Napule è”, “Terra mia” e “Je so pazzo”.

L’iniziativa è partita dal teatro Palapartenope, che a causa delle misure di contenimento, ha rinviato a data da destinarsi il memorial che era in programma. Chi parteciperà da altre parti d’Italia potrà condividere video e foto sui social, usando l’hashtag #Jestovicinoate, titolo dell’evento commemorativo. Oppure inviando messaggi privati alla pagina Facebook del Palapartenope che, poi, li condividerà sui propri canali social.