Il cartellone degli appuntamenti di “Pignataro Paese della Musica“, progetto cofinanziato con i fondi POC Campania “rigenerazione urbana, politiche per il turismo e la cultura, programma regionale di eventi e iniziative promozionali, giugno 2019 – giugno 2020”, si presenta con una tre giorni intensissima tra musica, spettacoli e tanto divertimento.

Si comincia domenica, 29 dicembre con la triplice esibizione di tre dei più importanti artisti della scuola rap  e hip hop campana e napoletana che dalle ore 21.00 si esibiranno in Piazza Umberto I, sul palco infatti saliranno GeolierLele Blade e Vale Lambo.

Lunedì 30 dicembre, invece, sempre alle 21.00 a esibirsi in Piazza Umberto I, un altro giovane ma affermatissimo idolo pop napoletano, Andrea Sannino in concerto con la sua band. Sannino, in pochi anni è riuscito a conquistare il pubblico non solo campano, ma nazionale e di tutte le età e ha scalato le classifiche musicali con successi quali “abbracciame” che su YouTube ha superato le 29 milioni di visualizzazioni.
Prima del concerto di Andrea Sannino, dalle 18.00 per gli amanti dei sapori e delle tradizioni culinarie della provincia di Caserta, sarà possibile assaggiare alcuni dei piatti preparati al momento nei “truck food” che animano la carovana di CE Gusto.

Infine, l’ultimo giorno dell’anno, martedì 31 dicembre, DjSet con Milosh e DjPablo che sempre in Piazza Umberto I ci accompagneranno fino allo scoccare della mezzanotte e all’arrivo del nuovo anno.

«Anche quest’anno – ha dichiarato l’assessore alla cultura del Comune di Pignataro Maggiore, Rossella Del Vecchio – nonostante il taglio dei fondi effettuato dalla Regione Campania, abbiamo costruito un cartellone che potesse unire diversi gusti e tendenze musicali sempre attenti però a premiare gli artisti emergenti e le esibizioni di Sannino, Geolier, Vale Lambo e Lele Blade sono la riprova di questa precisa volontàAdesso, aspettiamo il pubblico delle grandi occasioni, certi di aver fatto il possibile per consolidare il progetto di “Pignataro Paese della Musica” anche per il 2020».