E’ successo a Buccino, nel salernitano, dove un uomo di 75 anni ha afferrato la moglie di 73 anni al collo, tentando di strangolarla al culmine di un litigio. L’aggressione è avvenuta con un cavo elettrico che il pensionato ha utilizzato per strangolare la donna. A salvare la vittima le sue urla che hanno attirato immediatamente l’attenzione di uno dei nipoti della coppia dall’appartamento soprastante, il quale, avendo intuito cosa stesse succedendo, si è precipitato giù per le scale e ha allertato il 112.
Immediato l’intervento dei carabinieri che dopo aver bussato più di una volta e, non ricevendo risposta, hanno buttato giù la porta d’ingresso. All’ingresso hanno trovato l’anziano marito della signora che ai militari ha detto: “Arrestatemi pure. Tanto l’ho già ammazzata”. La donna era a terra, immobile, con ancora il cavo elettrico attorno al collo. L’uomo ha cercato di buttarsi giù dal balcone, ma è stato bloccato ed ammanettato. I militari sono riusciti a rianimare la donna; per lei una prognosi di 30 giorni.