Insolitaguida – Associazione culturale 

Nascono le passeggiate virtuali

Le limitazioni imposte per evitare la diffusione del COVID ci hanno privato tra le tante libertà anche di quelle collegate ai viaggi, all’arte, alla cultura, a poter apprezzare semplicemente un monumento anziché un quadro. La situazione attuale ci vieta di andare in giro per musei pubblici e privati, sia perché attualmente l’Italia è quasi tutta colorata di
rosso sia perché, purtroppo, tanti musei privati a queste condizioni sono costretti a rimanere chiusi.

Come riempire questo vuoto nel rispetto delle limitazioni imposte dalla situazione?

L’associazione Insolitaguida Napoli, da sempre impegnata nel mostrare una Napoli che va ben oltre i luoghi comuni, ha trovato un modo per colmare questo vuoto nel rispetto dell’attuale normativa anti-covid ideando e realizzando le cosiddette passeggiate virtuali a Napoli. Si tratta di una vera e propria esperienza che grazie all’ausilio di filmati registrati in tempi non sospetti e all’accompagnamento vocale in diretta delle insolite guide permettono all’utente di proiettarsi in prima persona dinnanzi a tantissimi monumenti della città partenopea.
.
Il risultato è un nuovo modo di viaggiare rimanendo comodamente seduti sulla propria poltrona e allo stesso tempo interattivo grazie al clima che riesce a creare l’insolita guida che commenta e guida vocalmente il tour.
Inoltre le passeggiate virtuali, lungi dal voler sostituire le visite guidate tradizionali, hanno anche un grande vantaggio: permettono di saltare da un punto all’altro della città, da un monumento all’altro, in un secondo, il tempo di un cambio inquadratura, rendendo possibili tour tematici altrimenti irrealizzabili come Napoli ciak si gira legato alle location dei film storici girati a Napoli, Napoli panorami mozzafiato o Le curiosità più curiose di Napoli. Ricco il calendario delle passeggiate virtuali che inizia l’ultimo week-end di marzo con un tour il sabato pomeriggio e un altro la
domenica pomeriggio sempre alle ore 18:30, consultabile sul sito dell’associazione www.insolitaguida.it, tramite l’app Insolitaguida Napoli disponibile sia su Google Play che su Apple Store gratuitamente.

Per partecipare al tour virtuale è molto semplice: basta prenotare telefonicamente al 338 965 22 88 o tramite il sito web dove è possibile l’acquisto diretto, provvedere al versamento di un contributo di partecipazione simbolico e seguire il link che viene inviato e che permetterà di scaricare l’app gratuita per usufruire del tour disponibile per computer, smartphone e tablet di ogni sistema operativo.

Ad inaugurare la rassegna sabato 27 la passeggiata virtuale nel Rione Sanità e Cimitero delle Fontanelle, sito ormai chiuso da più di un anno, e domenica 28 Napoli un fantasma in ogni vicolo!


Tante le iniziative del Museo per godere della bellezza dell’arte antica e dell’archeologia al MAV

Continua con successo per la grande partecipazione, seppur virtuale, la nuova stagione del MAV, il Museo Archeologico Virtuale della Città di Ercolano, seguendo un cammino promozionale che, dopo l’ennesima chiusura dei musei a causa della pandemia, intende dare una risposta reale alla gran voglia di cultura di tutti,  grazie ai suoi Vitual Tour nell’archeologia, che consentono una completa fruizione dell’offerta museale, godendo appieno della magia tecnologica della nuova versione MAV5.0 – Virtual multiReality, la più avanzata di sempre che, da ottobre 2019, ha rivoluzionato radicalmente il modo di vivere l’esperienza conoscitiva al Museo Archeologico Virtuale di Ercolano. Un’esperienza immersiva che, validata scientificamente, mostrerà a tutti la grande bellezza delle città e delle dimore romane alle pendici del Vesuvio e non solo, prima della devastante e tragica eruzione del 79 d.C., in un viaggio, senza tempo, nella vita e nello splendore delle principali aree archeologiche di Pompei, Ercolano, Baia, Stabia e Capri.

Da sempre il Vesuvio, specchiandosi nell’incomparabile bellezza del Golfo di Napoli, affascina il mondo. Adagiato sulle sponde del mar Tirreno, il Vulcano ha segnato in modo indelebile la storia del territorio campano, rendendolo fertile e rigoglioso, e devastandolo con la forza esplosiva delle sue eruzioni, quasi fosse una divinità antica capace di dare il benessere e la distruzione. E non a caso l’etimo del nome Vesuvio potrebbe essere derivato dal greco Hyésou Hyiòs – il figlio di colui che fa piovere – da cui il nome latino Vesuvius.

Ma chi era il figlio di colui che fa piovere? Zeus (Giove per i romani) era il dio della pioggia e suo figlio, avuto dalla regina di Tebe Alcmena, era l’eroe e semidio Ercole. Di qui la venerazione e la celebrazione del suo mito tra la popolazione romana di tutte le cittadine vesuviane: da Ercolano (l’antica Herculaneum), che ne prende anche il nome, a Pompei, Oplontis e Stabiae. Infatti erano frequenti dappertutto le rappresentazioni legate al mito dell’eroe greco, di colui che, simbolo della forza, ha segnato la storia non solo romana nel racconto celebrativo delle sue gesta, dalla nascita alle fatiche, fino all’apoteosi tra gli dei dell’Olimpo.

La narrazione dell’archeologia del territorio vesuviano e del Golfo di Napoli in epoca romana è uno scrigno di nuovi tesori della memoria da scoprire e da apprendere come testimonia il grande successo dei tour scolastici virtuali che, avendo raggiunto ormai diverse migliaia di adesioni da tutta Italia, hanno reso necessaria, da parte del MAV, la creazione di una Teacher Card per gli insegnanti per la fruizione gratuita del museo sia virtuale che in presenza (speriamo presto), e che li informi, tramite mail, su tutte le novità messe in campo dal museo per pianificare le visite via DAD, venendo incontro alle necessità delle scolaresche prima della prenotazione del Tour virtuale.

E’ possibile prenotare, tutti i giorni della settimana, i Vitual Tour interattivi del percorso museale: un vero e proprio viaggio nella memoria, della durata di circa 60 o 90 minuti, su piattaforma ZOOM, con una guida che, interagendo con i visitatori, li condurrà per mano alla scoperta del passato, nel luogo dove, attraverso la tecnologia e luce si ripercorre il cammino della memoria, dando forma all’invisibile, al negato, a ciò che non può più essere visto e a ciò che non è ancora visibile.

I visitatori digitali conosceranno così l’organizzazione e la vita quotidiana degli antichi romani del Vesuviano e di tutto il golfo di Napoli attraverso la visione delle ricostruzioni dei luoghi in cui si svolgevano le attività del cittadino ercolanese o pompeiano e non solo, lungo l’arco di una giornata, con la possibilità di porre domande e chiedere approfondimenti, seguendo la voce narrante e interagendo con un operatore che supporterà la visita in ogni momento.

Due gli appuntamenti virtuali programmati per il prossimo week end:

Sabato 27 marzo alle ore 18.00: Eruzioni vesuviane – un viaggio
virtuale a Pompei ed Ercolano

Domenica 28 marzo alle ore 18.00: Lusso e ville nel Golfo di Napoli – un viaggio virtuale a Baia, Capri, Stabia, Boscoreale e Oplontis.

Eruzioni vesuviane – Un viaggio virtuale a Pompei e a Ercolano

La prima parte del viaggio si svolgerà tra i luoghi pubblici delle città: quei luoghi presenti in ogni antica città romana. Vedremo il Teatro di Ercolano dove gli abitanti della città accorrevano per assistere alle rappresentazioni, le Terme,  luogo di socialità molto frequentato, il Foro di Pompei, il cuore della vita quotidiana della città, dedicato alle attività amministrative e commerciali, la palestra della Schola Armaturarum, crollata nel 2012 a Pompei.

La seconda parte è dedicata alle Domus pompeiane, visitandone alcuni esempi tra i più significativi (Casa del Poeta tragico, Casa del Citarista, Casa del Labirinto, Casa del Fauno): la ricostruzione dei luoghi privati consentirà di conoscere come erano organizzate le case degli antichi pompeiani, i loro ambienti e le differenti funzioni a cui
erano destinati.

La terza parte sarà un viaggio nella pittura pompeiana e ercolanese. Ogni affresco e mosaico sarà raccontato appieno nella sua bellezza e nel suo significato, evidenziandone i particolari e le specificità.

La quarta parte del viaggio sarà dedicata alla Villa dei Papiri, una delle più grandi e sontuose residenze romane, riportate alla luce dagli scavi di epoca borbonica, tra il 1750 ed il 1764. La sua ricostruzione virtuale è un grande attrattore del MAV, in quanto la Villa si estende sotto l’attuale centro abitato di Ercolano, a circa trenta metri di profondità, e arriva fino al mare. E il suo scavo, oltre alla straordinaria raccolta di opere d’arte, ha restituito una
ingente biblioteca di papiri con testi greci e latini.

Il percorso terminerà con la ricostruzione dell’evento che ha cambiato per sempre la storia e la geografia dell’area vesuviana: l’eruzione del Vesuvio, raccontata dalla voce del grande attore Mariano Rigillo e ricostruita con la consulenza dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in un docu-film straordinario che chiuderà il nostro viaggio esattamente nel punto e nel momento in cui tutto è iniziato.

_ _

Lusso e ville nel Golfo di Napoli – Un viaggio virtuale a Baia, Capri, Stabia, Boscoreale e Oplontis.

Un Virtual Tour alla scoperta del Golfo di Napoli dove la civiltà romana si era insediata.

La Baia di Napoli era famosa per essere un luogo di piacere e di lusso, grazie al suo splendido paesaggio, alla ricchezza e alla fertilità delle sue terre, al clima mite e alla luce che rendeva le albe e i tramonti assolutamente indimenticabili.

La visita vi mostrerà gli splendori e la grandezza delle ville che da Baia a Oplontis, contornavano come una corona la costa, vi porterà a Capri nella splendida Villa Jovis.

Un viaggio complementare a quello intorno a Pompei ed Ercolano che vi aiuterà a conoscere meglio la ricchezza e la storia delle città e delle straordinarie dimore romane del Golfo, scelto dagli antichi romani per l’amenità dei luoghi che ancor oggi sono un grande attrattore turistico internazionale.

Durata dei Tour:

60 minuti Tour di gruppo

90 minuti Tour individuale

I Tour virtuali sono fruibili anche in lingua inglese e francese su prenotazione

Si comunica che per i Tour, programmati per sabato 27 e domenica 28 marzo alle ore 18.00 – la cui durata sarà di circa 90 minuti – ci sono ancora posti disponibili

Info line e whatsapp: +39 3276399019

Il Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, per la prevenzione della diffusione del contagio da coronavirus, è chiuso fino a nuove disposizioni.

E in attesa della prossima riapertura, il nostro invito è quello di visitare il museo MAV via web con i nostri Tour interattivi e di condividere sui nostri social le molte iniziative promosse, per mantenere sempre accesa la fiamma della conoscenza, nel desiderio di far parte di quella grande comunità culturale che non dimentica mai il proprio passato!