Il leader degli U2 ha visitato il capoluogo partenopeo: è passato per Napoli, o così pare, per le sue vacanze di Pasqua prima di imbarcarsi per Capri, e come migliaia di altre persone non ha potuto fare a meno di lasciare la città senza portare con sé un souvenir ricordo: un corno portafortuna.

Il cantante è entrato nel negozio “Argenterie Fiorentine” di via Santa Brigida, con moglie e figlio al seguito, dove ha acquistato degli oggetti preziosi, ed ha ricevuto un regalo speciale: un corno in argento donatogli dal titolare, il classico simbolo portafortuna cittadino. Ciro Migliaccio ha commentato: «è entrato con un trolley enorme e non volevo crederci, poi l’ho messo a fuoco con grande emozione». Il titolare del negozio  ha  pubblicato su Facebook delle foto con il cantante commentando: Non è da tutti servire Bono Vox…

Tuttavia decine di fan di Bono smorzano subito gli entusiasmi sostenendo che ci sono in giro numerosi sosia e in particolare un noto performer locale che si è già divertito alle spese del pubblico napoletano in altre occasioni; qualcuno insinua che il sosia assomigli più a Lucio Dalla, che al cantante irlandese, essendo infatti più basso…