Mobilità sostenibile a favore del turismo accessibile. E’ questa la finalità di “Touringo”, iniziativa promossa da AloschiBros ed Emoby e presentata nei giorni scorsi. Nella cornice del museo della Pace MAMT di Napoli, la Fondazione Mediterraneo e il Museo della Pace MAMT hanno dichiarato la propria adesione alla Route Napoli Accessibile inaugurando la prima stazione di mobilità Touringo su un circuito certificato “accessibile” per la fruizione turistica di Napoli anche per persone con mobilità ridotta. “Sono contento che un progetto di condivisione delle bellezze monumentali e storiche così importante possa partire da Napoli e proprio dal Museo della Pace MAMT – ha dichiarato Michele Capasso, Presidente della Fondazione Mediterraneo e fondatore del Museo della Pace MAMT -. La politica della pace, dell’inclusione, della condivisione è stata sempre un punto di riferimento per ogni nostra iniziativa: in particolare per i più deboli della società”.
Touringo ha scelto Napoli per la realizzazione della prima route di turismo accessibile infrastrutturata con stazioni automatizzate 4.0 che erogano emoby scooter, dispositivi sanitari di prima classe, a supporto della pedonalità in ogni ambito indoor e outdoor. Sono già in programma altri circuiti in altre località artistiche, monumentali e turistiche del nostro Paese a partire dalla città di Firenze dove tale iniziativa vedrà la luce entro la fine del mese di luglio. Con oltre 500mila chilometri di pedonalità elettrica erogata, il sistema automatizzato Emoby per lo sharing di mobility scooter è un modello tecnologico unico a livello mondiale. “Partiamo da Napoli e dal Museo della Pace – ha spiegato dichiara Roberto Minerdo, esperto di sostenibilità ambientale e Brand Ambassador di Emoby – ma guardiamo avanti verso traguardi sempre più importanti per dare un concreto supporto alla ecosostenibilità ed accessibilità delle nostre città e del turismo. Il nostro motto, innovazione, integrazione, interoperabilità devono significare anche inclusione”.