È un Natale differente. Abbiamo rammarico e angoscia ma la salute è al primo posto“. Lo ha dichiarato il direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli Paolo Giulierini intervenendo in trasmissione radiofonica su Radio Crc Targato Italia.

 “Il calendario è una risposta al lockdown. Con i disegni di Comix ci sono le fatiche con il male che l’uomo sta facendo al pianeta – ha continuato Giulierini – viene esposto con tavole giganti all’esterno. In galleria ci sarà un’altra mostra con la fuga dal museo con statue nei luoghi più significativi di Napoli. E poi le troviamo in 40 negozi amici di tutto il quartiere per un’alleanza tra Mann ed esercizi commerciali“.

Per il ruolo del digitale nella cultura il direttore del Mann ha sottolineato: “Stiamo lavorando su due filoni. Il digitale che si basa su investimenti da 4 milioni stanziati dal Governo e poi la mostra dei gladiatori. Abbiamo molte richieste da Hong Kong. Questo è il presente ed è una strategia che deve aggiungersi alla visione classica. Siamo uomini del nostro tempo e dobbiamo usare la tecnologia, a partire dalle riunioni che facciamo, può servire poi anche per altre forme di finanziamento“.

In vista delle festività il Mann presenta “La mostra su Lucy che è fruibile sui social. Poi abbiamo quiz on line a premio per vincere abbonamenti al museo. Infine un bellissimo database di Google Art. Continuiamo con il digitale fino alla riapertura“.

Infine, Giulierini lancia un messaggio al prossimo sindaco di Napoli: “Al futuro primo cittadino chiedo dialogo, sguardo a lungo termine, confronto tra le istituzioni che oggi manca ed è deleterio. Poi serve una programmazione dei servizi di base per il decoro: Napoli è talmente bella che basta poco“.