VOTO 10: all’incredibile, fantastica e strameritata vittoria dell’ATALANTA sulla Roma; ma è il periodo ad essere d’oro per gli orobici che sono giunti alla quinta vittoria consecutiva, la settima nelle ultime otto gare! Nulla da dire, il Gasp sta proprio facendo un ottimo lavoro, lecito fare un pensierino all’Europa!

VOTO 9: al “gallo” del Torino ANDREA BELOTTI, che negli ultimi minuti di gara ha siglato una pesante doppietta permettendo ai granata di espugnare Crotone. Con queste due reti, il bomber, divenuto punto fisso della Nazionale di Ventura, aggancia in vetta alla classifica dei marcatori Icardi e Dzeko. Inarrestabile!


VOTO 8: al redivivo LORENZO INSIGNE che finalmente si sblocca e con una doppietta d’autore permette al suo Napoli di vincere in casa dell’agguerrita Udinese e tornare alla tanto sospirata vittoria in trasferta. Lo scugnizzo di Frattamaggiore ha all’attivo anche un’altra occasione fallita ed una traversa piena colpita con un tiro di pregevole fattura. Il Magnifico è tornato…

VOTO 7: alla splendida performance della FIORENTINA che fa suo il derby asfaltando a domicilio il derelitto Empoli dell’ormai pericolante Martusciello. Poker per la formazione di Paulo Sousa che può vantare anche la seconda miglior difesa del torneo. Complimenti!

VOTO 6: alla LAZIO di Simone Inzaghi che non si lascia scappare l’occasione dei tre punti battendo in casa un Genoa non irresistibile (3-1) e mantenendo un rendimento costantemente proiettato verso l’alta classifica. Vola alta l’aquila nel cielo…

VOTO 5: a MAURO ICARDI che proprio non vuol saperne di fare gol al Milan; ottava gara contro i rossoneri ed ancora nessun gol per quella che può essere considerata la sua autentica bestia nera. Il Diavolo è attualmente in Serie A l’unica squadra a cui il fenomeno argentino non ha fatto male.

VOTO 4: al PALERMO che subisce l’ennesima sconfitta di questo campionato nonostante l’iniziale vantaggio di Nestorovski (al settimo sigillo). L’attaccante macedone è l’unica nota positiva di una squadra che sembra irrimediabilmente allo sbando. Ore contate per De Zerbi?

VOTO 3: all’arbitro CELI ed al suo team che affondano colpevolmente il già povero Crotone che all’Ezio Scida tiene lo 0-0 contro il Torino fino al minuto 80 quando Belotti scatta e trafigge Cordaz partendo da una posizione di fuorigioco. Il colpo è da ko, figurarsi quando due minuti dopo agli stessi calabresi viene negato un rigore solare per fallo su Falcinelli. Increduli i calciatori e la tifoseria del Crotone che nel finale assistono alla seconda perla di Belotti che chiude i giochi. Chirurgico.

VOTO 2: al CAGLIARI di Rastelli formato trasferta; i sardi lontano dal Sant’Elia si smarriscono e le prendono puntualmente di santa ragione. Partita opaca anche sabato a Verona con il Chievo che piega Sau & c. grazie ad un gol di Gobbi. Unica vittoria resta quella di San Siro contro l’Inter.

VOTO 1: alla DIRIGENZA DEL LIVERPOOL che ha praticamente snobbato e creduto troppo poco a quello spagnolo tutta fantasia che risponde al nome di Suso. Il calciatore iberico dopo la buonissima parentesi in prestito al Genoa si sta “prendendo” il Milan dimostrando di essere un calciatore vero, maturo (nonostante i 23 anni) e decisivo. Peccato per il gol di Perisic che nel recupero ha vanificato la sua splendida doppietta nel derby della Madonnina. Chissà come si staranno mangiando le mani i vertici dei Reds…

VOTO O: all’inconcepibile, ingiustificabile e patetico finale di gara del SASSUOLO che in vantaggio 2-0 a poco più di 5 minuti dalla fine, ha subito la rimonta della Sampdoria che ha addirittura ribaltato il risultato vincendo 3-2! Di Francesco avrà di che farsi sentire dai suoi ragazzi. E il prossimo ostacolo si chiama San Paolo…

A proposito dell'autore

Marco Silva

Post correlati