VOTO 10: all’intervento coraggioso, deciso ed anche insolito diremo, dell’arbitro IRRATI che sospende per alcuni minuti la gara dell’Olimpico per i reiterati cori di sfondo razziale verso il popolo napoletano. A poco è servito in realtà, gli idioti non hanno mica smesso, ma complimenti alla giacchetta nera della sezione di Pistoia. Ce ne fossero di persone come lui che non fanno finta di non sentire. 10, 100, 1000 Irrati.

VOTO 9: alle due macchine da guerra che a suon di record stanno dando vita ad una sfida scudetto straordinaria; NAPOLI e JUVENTUS hanno ormai fatto il vuoto e tra meno di 10 giorni si prospetta una partita da favola, quella che le vedrà sfidarsi allo Juventus Stadium.

VOTO 8: per quei giocatori che dopo pochi allenamenti con le nuove squadre hanno già dato un senso ai loro ingaggi e soprattutto che hanno regalato punti importanti: è il caso ad esempio di IMMOBILE del Torino che a Genova, subentrato nella ripresa, ha praticamente confezionato la doppietta di Belotti, o anche PEROTTI ed EL SHAARAWY che stanno già trascinando la nuova Roma di Spalletti. Per non parlare di ZARATE che con una giocata delle sue, nel recupero, ha regalato i tre punti alla Fiorentina sul Carpi. Colpi mirati ed indovinati…

VOTO 7: alla nuova marcia impressa dal MILAN a questo campionato. Rossoneri che sulle ali della vittoria nel derby hanno espugnato il Barbera di Palermo e hanno reso più viva la speranza di un comunque complicato piazzamento-Champions. La speranza però è l’ultima a morire…

VOTO 6: di incoraggiamento all’HELLAS VERONA che alla ventitreesima di campionato ottiene il primo successo! Vittima degli scaligeri l’Atalanta di Edy Reja che pure si era portata in vantaggio. Nonostante la vittoria però, le speranze di una salvezza per gli scaligeri sembrano davvero ridotte al minimo.

VOTO 5: a due calciatori solitamente tra i più brillanti e soprattutto decisivi per le sorti delle loro squadre, che però nel turno infrasettimanale si sono resi protagonisti di due errori pesanti. Ci riferiamo a BERARDI del Sassuolo e SAPONARA dell’Empoli che hanno fallito il loro calcio dagli 11 metri.

VOTO 4: all’ATALANTA che può vantare il poco edificante merito di essere stata l’unica formazione ad essere stata battuta dal Verona!

VOTO 3: allo sciagurato e goffo intervento di GOLDANIGA in Palermo-Milan che ha regalato il penalty del 2-0 ai rossoneri. Il giovane difensore rosanero dubitiamo abbia potuto dormire tranquillo…

VOTO 2: al folle, stupido, cattivo ed incosciente fallo di SIMONE ZAZA nei confronti del difensore genoano Izzo nel recupero di Juventus-Genoa. Intervento inutile ed estremamente pericoloso. Imperdonabile!

VOTO 1: all’atavica consuetudine di considerare in maniera discriminatoria Napoli e la sua gente; clamoroso che, con tutto quello che avviene negli stadi d’Italia, dalla violenza ai cori razzisti, siano sempre i napoletani a pagare e a vedersi, come ad esempio nelle ultime settimane, squalificare una curva per sporadici episodi che comunque, sia chiaro, condanniamo. Anche il CASMS sembra viaggiare a senso unico…

VOTO 0: a quella fetta, maggioranza o minoranza che sia, di SUPPORTER LAZIALI che hanno messo in scena i soliti ridicoli e disgustosi cori discriminatori verso la città ed il popolo migliori del mondo(chiaro sintomo di uno stato di disagio di inferiorità). Non contenti hanno riempito di buuu razzisti il calciatore di colore del Napoli, Kalidou Koulibaly; la cosa pazzesca è che tra l’altro in quel momento nella Lazio in campo vi erano quattro calciatori di colore(!). Confermiamo: la mamma degli imbecilli è sempre incinta!

A proposito dell'autore

Marco Silva

Post correlati