Alberico Gambino da oggi non è più sindaco di Pagani. E’ infatti passata in giudicato la sentenza che accerta la decadenza per il primo cittadino del comune della provincia di Salerno. Decisione verso la quale il politico, che ricopre anche il ruolo di consigliere regionale, ha deciso di non presentare appello.

Lo scioglimento viene avviato dopo la sentenza emessa dal Tribunale di Nocera Inferiore che, lo scorso 9 ottobre, aveva accolto il ricorso presentato dal Prefetto di Salerno, dichiarando incandidabile Alberico Gambino, eletto sindaco il 9 giugno scorso.


La Prefettura di Salerno, ha preso atto della decadenza del primo cittadino, avviando le procedure per lo scioglimento del consiglio comunale di Pagani. Fino a nuove elezioni, che si terranno in primavera, la guida del comune di Pagani. Ora sarà il vicesindaco Annarosa Sessa, a traghettare il comune fino alle prossime amministrative. La normativa, infatti, prevede che, a seguito della pronuncia di scioglimento del Consiglio comunale per decadenza del sindaco, il Consiglio e la giunta rimangono in carica sino alle elezioni amministrative che si terranno nella prossima primavera.