Uno yatch di lusso fittiziamente intestato ad una società bulgara, ma ritenuto nella disponibilità di una delle persone coinvolte nell’operazione “Black Spirit”, è stato posto sotto sequestro dalle dalle Fiamme Gialle di Caserta. L’operazione, condotta dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord alcuni giorni fa, ha portato all’arresto di 23 indagati facenti parte di un’organizzazione dedita all’importazione illecita e alla commercializzazione di prodotti alcolici con danni ingenti al fisco italiano quantificati per diversi milioni di euro. Inoltre, nella medesima indagine, era stato disposto il sequestro per un valore di 80 milioni di euro di beni di lusso, tra cui auto molto costose e ville di lusso. Questa mattina il sequestro dello yatch, bene ancora mancante all’appello secondo gli inquirenti e ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Il sequestro è stato reso possibile anche grazie al supporto della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Napoli che ha rintracciato il natante, uno yatch CRANCHI modello Fifty 6 Soft Top di 18,5 metri di lunghezza e del valore di circa un milione di euro. Il mezzo, intestato formalmente a una società bulgara, risulta concesso in locazione a un’azienda del posto per il noleggio a terzi in occasione di eventi, ma, in realtà, veniva utilizzato dall’indagato e dalla sua famiglia. Lo yacht è stato affidato per la custodia al cantiere del porto.