Omicidio in pieno giorno a San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli. Raffaele Gallo, 56 anni, è stato freddato con sei colpi d’arma da fuoco mentre era in sella la suo scooter, in via Luca Giordano. I residenti, allarmati dagli spari, hanno subito avvertito la Polizia di Stato: giunti sul posto, gli agenti hanno accertato la morte dell’uomo.

Da quanto si apprende, la vittima, era il fratello del pentito di camorra che anni addietro ha accusato un boss e alcuni suoi scagnozzi di un raid mortifero avvenuto nel 2011: vi persero la vita un meccanico innocente, e l’obiettivo dell’agguato. Inoltre, Gallo, che aveva finito di scontare da poco tempo una pena carceraria durata tredici anni, pare avesse già diversi precedenti penali; tra gli altri, associazione per delinquere di stampo mafioso.

Il Commissariato di Polizia sito a San Giorgio a Cremano, ha aperto le indagini sul caso.